I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Terremoto: lievi danni a Colonna, caduti cornicioni e crepe nelle case. Gente in strada

piantaCOLONNA (cronaca) - Il sindaco Giuliani: "Scossa forte, abbiamo subito attivato il Coc"

ilmamilio.it

La paura è stata tanta perché la botta si è sentita eccome. Secondo l'Ingv l'epicentro della scossa di terremoto da 3.6 (inizialmente valutata in 3.7) si trova nei pressi proprio di Colonna e nel piccolo comune castellano si segnala qualche lieve danno.

LEGGI Forte scossa di terremoto ai Castelli romani - Magnitudo 3.7, epicentro a Colonna

"La scossa è stata forte e ben avvertita dalla popolazione. In alcune case del centro - spiega il sindaco Fausto Giuliani - si sono segnalate crepe e distacchi di cornicione. La popolazione si è spaventata e sono quasi tutti in strada. Abbiamo immediatamente attivato il Coc (Centro operativo comunale): al momento, fortunatamente, non si segnalano feriti".

"Abbiamo messo a disposizione il nostro palazzetto dello Sport per chi pensa di non voler rientrare in casa", ha aggiunto.

Verifiche in corso anche negli altri Comuni vicini all'epicentro, da Gallicano nel Lazio a Monte Compatri, da Zagarolo alla zona di Lunghezza ma al momento non si registrano danni.

AGGIORNAMENTO DA ZAGAROLO - La Protezione Civile Gabi di Zagarolo è in allerta per le successive 24 ore a causa dell’evento sismico con epicentro in località Colle Pallavicini. Le squadre sono sul territorio periferico nonché su Valle Martella per i dovuti controlli, a stretto contatto con a sala operativa di Roma città Metropolitana e sala operativa regionale, nonchè a stretto contatto con l'autorità locale di Potezione Civile.

 

danilo boxeconsorzio ro.ma