I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ariccia, Indiati fuori dalla giunta bis: "Un tradimento, Di Felice governa anche coi miei 509 voti"

ARICCIA (politica) - la parola all'ex vicesindaco, escluso dalla nuova giunta Di Felice

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Fra gli esclusi eccellenti della giunta bis targata Roberto Di Felice, c’è l’ex vicesindaco Enrico Indiati.

È tanta l’amarezza dell’ex numero 2 ariccino, che ha voluto dire la sua dopo le nuove nomine.

“Il 5 giugno 2016 la coalizione guidata dal Sindaco Roberto Di Felice ha vinto le elezioni amministrative, la lista civica “Patto Sociale per Ariccia”, ha ottenuto 1498 voti, di questi 509 sono andati al sottoscritto, circa il 35%, consentendo l'ingresso in consiglio comunale del terzo eletto della lista, Maurizio Ghignati.

danilo boxe

Il mio percorso politico nella lista civica “Patto Sociale per Ariccia” è iniziato circa dieci anni fa, con l'adesione al gruppo e il passaggio nei banchi dell'opposizione, durante l’Amministrazione Cianfanelli.

Sono stati anni caratterizzati da un lavoro di gruppo, per evidenziare le problematiche presenti nella nostra città e proporre le nostre soluzioni, condividendo con il gruppo storico tanti momenti difficili, tante delusioni, ma anche gioie e soddisfazioni.

Dopo le elezioni, ho lavorato come Vicesindaco e Assessore all’Ambiente, Manutenzioni e Servizi, alla realizzazione delle idee e dei progetti del nostro programma elettorale.

Per ricoprire tali cariche, fidandomi senza riserve del mio Sindaco, mi sono dimesso da consigliere comunale, permettendo l'ingresso in consiglio comunale del primo dei non eletti della lista, Ciccarella Giancarlo.

Il 26 giugno 2019, la Giunta Comunale con un decreto del sindaco viene azzerata adducendo come motivazione mie presunte “mire personalistiche”.

Profondamente offeso, deluso ed amareggiato, Sindaco, le chiedo pubblicamente di raccontare quali sono state le mie mire, per rispetto a me, ma soprattutto ai 509 cittadini che, con il loro voto, hanno riposto in me la loro fiducia”.

cocciano summer festival2019

Dopodiché Indiati ha passato in rassegna il suo operato amministrativo nei tre anni di lavoro.

“Credo che i fatti parlino per me, questo il risultato del mio pubblico lavoro, di personale, completo, incondizionato, soltanto l’impegno, non certo le mire.

Manutenzione E Servizi

Illuminazione e rifacimento della pavimentazione stradale di Via le Prata e Via del Panorama.

Illuminazione e rifacimento della condotta idrica e della pavimentazione di Via Borgo San Rocco.

Bonifiche idriche e rifacimento del manto stradale di Via A.Chigi, Via Card. Flavio Chigi, Via XX settembre, Via IV Novembre e Via Appia Antica.

Manutenzione ordinaria del plesso Crocifisso, sia internamente che esternamente.

Costruzione di un collettore fognario sul tratto stradale di Via Nettunense al km 7,100, che la società Acea intendeva far realizzare ai privati.

Efficientamento energetico dell'illuminazione stradale mediante l’aggiornamento degli impianti elettrici e sostituzione delle attuali lampade con corpi a led. L’extracosto che prevede l’illuminazione della Piazza Di Corte e delle Vie Variante di Cancelliera, di una parte dell’Appia antica, Via delle Sorbe, del tratto finale di Via Corioli fino a Montegiove Nuovo e un tratto di Via della Moletta non è stato inserito in bilancio causando un allungamento dei tempi.

Metanizzazione Via Rufelli prima parte, Via dei Peri, Via dei Meli, Via Coriolano.      Approvato anche per Via Traspontina e Via del Crocifisso e parte finale di Via Rufelli.

Rifacimento della condotta idrica, presente su Corso Garibaldi e rifacimento della pavimentazione con sampietrini, sottolineo che i lavori saranno totalmente a carico di ACEA.

 

Lavori di messa in sicurezza attraversamento stradale di via Montagnanello (Ponticello).

 

Ambiente

Raccolta differenziata passata dal 62% al 78%. Con picchi mensili anche dell'80%

Raccolta domiciliare di piccole quantità di Amianto, con notevole risparmio economico per i cittadini.

Raccolta itinerante dell'olio vegetale esausto.

Educazione ambientale scolastica con la creazione dei concorsi “Classe Riciclona” e “Capitan Ambiente”.

Contrasto, VERO, dell’abbandono dei rifiuti e degli evasori della Tarip (tariffa puntuale)

 

Giornata ecologica “Puliamo Ariccia”.

 

Educazione ambientale scolastica con il progetto “Insegnare ai piccoli per educare i grandi “mediante l'istituzione dei concorsi “Classe Riciclona” e “Capitan Ambiente”.

 

Ripristino del Laghetto e dell’edificio abbandonato presente nel Parco Chigi.

 

Creazione dell’ECO calendario, gratuito per le casse comunali.

 

Installazione di tre casette dell’acqua, di cui due gratuite, fornite da Acea per diminuire l'utilizzo della plastica.

 

Creazione dell’ECO calendario, gratuito per le casse comunali.

Installazione di tre casette dell’acqua, di cui due gratuite, fornite da Acea per diminuire l'utilizzo della plastica.

Ideazione e collaborazione fattiva delle manifestazioni: Presepe Vivente e Via Crucis.

Installazione di attrezzi ginnici stradali in località Galloro.

Realizzazione di due nuove aree cani.

 

INTERVENTI PER I QUALI MANCA SOLTANTO L’ATTO FINALE

Installazione gratuita delle macchine “mangia plastica “, con un ricavo di circa 150 euro a tonnellata contro gli 80 euro attuali. Bando già assegnato.

Installazione di un impianto fotovoltaico per alimentare Palazzo Chigi, nulla osta della sovrintendente e finanziamento regionale già ottenuto.

Compostaggio di comunità, aggiudicato il bando bisogna modificare il progetto ed iniziare.

Apertura sportello clienti Acea nella ex sede della Banca Popolare di Sondrio, per cui Acea verserà al comune un corrispettivo di 8000 euro l'anno, manca soltanto la firma.

Posizionamento delle centraline di ricarica delle automobili elettriche da parte di Enel X

Con orgoglio ricordo anche il restauro dell’antica carrozza dei Chigi, esposta a    Palazzo Chigi.

Esigo rispetto per me e per chi ha collaborato con me. La invito a pubblicare una lista con tutte le opere realizzate da Lei con le deleghe che si è mantenuto: Urbanistica, attività produttive- commercio e cultura.

Il sindaco ha temuto di essere oscurato dai suoi stessi alleati, gli è mancato il coraggio di contrastare ed opporsi alle evidenti inefficienze degli uffici comunali, ha posticipato troppo decisioni ed azioni necessarie, bloccando l’amministrazione comunale.

I cittadini hanno chiesto soluzioni ai loro problemi, ed hanno trovato in me un punto di riferimento, voglio ringraziare tutti quelli che in questi giorni mi hanno rappresentato la loro vicinanza.

Ingenuamente, persisto nel credere che tutti debbano avere il diritto di esprimersi; temo che continuando a cercare appoggio acritico, a tappare la bocca e ad allontanare chi ha il coraggio di contraddirlo, a governare in modo autoritario, difficilmente riuscirà a valorizzare come merita Ariccia”.