I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Rocca di Papa, 'Cittadini per il M5S': “Chiediamo revisione del PEC e messa in sicurezza Monte Cavo”

ROCCA DI PAPA (attualità) - La riflessione dei pentastellati cittadini

ilmamilio.it

"La tragedia avvenuta nei giorni scorsi, ha di nuovo evidenziato delle grandi falle nell’ambito della prevenzione.

Era il 13 luglio del 2018 quando, dopo averlo segnalato più e più volte, abbiamo deciso di scrivere al “mondo intero” [come potrete constatare qui https://drive.google.com/open… ..altroché non si lavora su e per il territorio..!], per denunciare una situazione che a nostro avviso era ed è attualmente gravissima: le forti criticità presenti nel P.E.C. (Piano di Emergenza Comunale, che ricordiamo è, come obbligo di legge, la progettazione ed organizzazione di tutte le attività/procedure che devono essere adottate per affrontare qualsiasi evento calamitoso nel territorio di interesse (sisma, incendi, etc) un sistema fruibile di procedure, organizzazione, punti di ritrovo per la cittadinanza, viabilità etc).

Primo tra tutte, l'assenza di alcun riferimento al più grande insediamento industriale del territorio, ovvero Monte Cavo vetta.

Ancor più paradossale e inconcepibile che ancora oggi, 14 giugno 2019, risulta menzionato come referente, in casi di crisi e di emergenza, l’ex comandante della polizia locale, D. Nanni, da anni non più in servizio presso il nostro Comune (!). Il rischio che possa verificarsi una criticità in quelle zone, è reale e potrebbe creare un disastro ambientale di grosse entità, coinvolgendo drammaticamente l’intera cittadinanza…

sfaccendati190610Per esempio, in caso di incendio, la presenza di uno stanziamento industriale non segnalato di centinaia di cavi elettrici ad alta tensione e gruppi elettrogeni, non permetterebbe nemmeno l’utilizzo dei canadair, rallentando e rendendo ancor più rischiose le operazioni di spegnimento. Lo vediamo in questi giorni, i cittadini di Rocca di Papa, purtroppo pagano a loro spese la negligenza di chi avrebbe dovuto svolgere il proprio lavoro con responsabilità. I "miracoli" non si ripetono, per questo pretendiamo e chiediamo con forza la messa in sicurezza di Monte Cavo, la revisione del PEC, prendendo in considerazione tutte le criticità sopracitate".

Così in una nota Facebook  Gruppo 'Cittadini per il M5S di Rocca di Papa'.danilo boxeconsorzio ro.ma