I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Velletri: giovane detenuto tenta di impiccarsi. Lo salva la polizia penitenziaria

VELLETRI (cronaca) - Il sindacato: "Fondamentale seguire i detenuti con problemi psichiatrici"

ilmamilio.it

Nella notte del 2 settembre un detenuto italiano di giovane età ha tentato il suicidio impiccandosi con una corda rudimentale costruita con pezzi di lenzuolo legata all'inferriata della finestra della propria cella. A darne notizia è il sindacalista Ugl Polizia Penitenziaria Carmine Olanda.

"La polizia penitenziaria - commenta Olanda - ancora una volta ha salvato una vita umana. Il ragazzo detenuto è stato arrestato pochi mesi fa per tentata rapina e per problemi di socializzazione e di igiene personale è stato ubicato in una cella del Reparto Isolamento. Il detenuto in questione a quanto ci risulta già dal primo giorno di carcere destava segni di comportamento anomalo facendo dedurre di avere problemi psichiatrici. Al momento del gesto estremo il detenuto suicida si trovava in cella da solo e solo grazie al tempestivo intervento dell'agente di sezione che accorgendosi del gesto durante il giro di controllo, interveniva prontamente con personale dell'equipe sanitaria. Il detenuto si è potuto salvare in tempo e successivamente trasportato in ambulanza con codice rosso presso l'ospedale di Latina dove attualmente si trova ricoverato in coma. Come sindacato - conclude Olanda - vigileremo e denunceremo  fatti anomali, affinché i detenuti con problemi di natura psichiatrica vengano gestiti e segui in luoghi e con il personale adatto e non rinchiusi in una cella alla sola gestione della Polizia Penitenziaria".