I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, dopo la ‘cacciata’ di Di Bernardo cambia l'equilibrio interno alla maggioranza

Risultati immagini per maggioranza grottaferrataGROTTAFERRATA (attualità) – Da monitorare la situazione di Veronica Pavani, consigliera di maggioranza ‘separata in casa’

ilmamilio.it

Il Sindaco Andreotti, il vicesindaco Vergati, i consiglieri Alessandro Cocco, Marco Bosso e Federico Pompili. La nuova sintesi di vertice all'interno dell'amministrazione di Grottaferrata, dopo il ridimensionamento de ‘Il Faro’, la cacciata dell’Assessore Mirko Di Bernardo e l’autonomia annunciata dalla consigliera di maggioranza Veronica Pavani, gira attorno a queste figure. 

A Palazzo Consoli è nato un nuovo equilibrio politico. Quanto durerà l’assetto non è dato saperlo, per ora sembra solido. Sarà attorno a questi esponenti che graviteranno oneri ed onori oppure l’eventuale fallimento del mandato che si avvia verso la sua metà di percorso (come si sa l’ultimo anno viene da sempre compromesso a causa delle varie manovre verso le prossime consultazioni comunali).

La maggioranza ha dunque ora il compito di cogliere decisamente i suoi obiettivi. Dall'altra parte della barricata non sembra avere ostacoli dato che la minoranza non ha saputo proferire una parola di commento approfondito nemmeno di fronte ad un assessore silurato, un consigliere di maggioranza, Veronica Pavani, che fa gruppo autonomo e chiede l'azzeramento della Giunta ad un altro, Massimo Garavini del Faro, che sicuramente non sarà entusiasta della situazione emersa (l'assessorato di Di Bernardo dovrebbe finire in quota Prima Grottaferrata, ovvero area Cocco). A proposito della Pavani si dovrà comprendere, nei prossimi giorni, se alla fine farà addirittura il suo salto nella minoranza, vista la condizione da ‘separata in casa’ e le critiche ricevute dai consiglieri a sostegno di Andreotti dopo le sue dichiarazioni, o se continuerà a svolgere il suo ruolo critico.

Il sindaco si dovrà guardare paradossalmente da eventuale ‘fuoco amico’ e dalla situazione generale amministrativa che fino ad oggi non ha prodotto grossi risultati. Va da sé che tutto il tragitto che intercorre tra il periodo odierno e la prossima estate sarà decisivo per tutti e per compiere quella accelerazione tanto decantata in queste ore. Poi non ci sarà più tempo. Sempre che non accada qualche altro scossone.

Leggi anche: 

 Grottaferrata, Di Bernardo silurato: fuori dalla Giunta. Lui: “Neanche il rispetto di consegnarmi revoca di persona"

Politica Grottaferrata, Veronica Pavani chiede l'azzeramento della Giunta

Grottaferrata, gli alleati di Andreotti: "Dal Faro comportamento irrispettoso e antidemocratico"

sfaccendati190610

consorzio ro.ma


Commenti   

0 #2 federicocarlofabio 2019-06-14 09:12
gasp gulp help redazione redazione, è una foto d'annata ;-) :-* :eek:
Comunque, una vale un'altra
Ci preme rivolgere un caldo invito alla MAGGIORANZA
fate i bravi fate i buoni
Se lo farete, vi portiamo tutti i gg a Roma :P a vedere come è stata "ridotta" dai VERI 5S :P
Vi portiamo pure all'inps per conoscere il fallimento del reddito di cittadinanza. Con il "rei del pd" la media del reddito era di 180,00€ . Con il reddito di cittadinanza la MEDIA è di 500,00€ .... :P un fallimento
Vi portiamo alla pisana dai vostri "riferimenti" regionali, per conoscere le nuove leggi :cry: sull' inquinamento, sul laterizio ecc, e come riesce lo
S-governatore a rimanere S-governatore :eek: +/- come a Gtf :oops:
E se promettere di dimettervi subito: VI faremo giocare presso il "centro estivo" pubblico :eek: che non c'è più dal 2005 :oops:
1° gioco: tutti in piazza con la bicicletta per andare lontanooooooooooooo
Citazione
0 #1 grottaferratamia 2019-06-13 15:33
c'eravamo tanto amati
Citazione