I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

L'assemblea dei soci della BCC Tuscolo e Castelli romani approva il bilancio 2018

assemblea bcc ilmamilioCASTEL GANDOLFO (attualità) - Domenica il via libera. Caporicci e Manganaro presentano i numeri della gestione dell'istituto

ilmamilio.it

Gli indicatori continuano a segnalare una crescita ed una attenta ed oculata gestione del credito: la BCC dei Castelli romani e del Tuscolo, insomma, gode di ottima salute.

Si è infatti svolta il 19 maggio l’Assemblea dei soci della Banca di Credito Cooperativo dei Castelli Romani e del Tuscolo che ha visto l’approvazione del bilancio dell’esercizio 2018; all’ordine del giorno, oltre all’approvazione del bilancio, le modifiche delle politiche di remunerazione e incentivazione, il conferimento del nuovo incarico di revisore legale e l’informativa in merito all’adozione del Regolamento di Gruppo.

“L’Assemblea annuale si conferma un momento importante per i nostri Soci che, con il proprio voto, prendono parte in prima persona ai processi decisionali che regolano la vita della BCC dei Castelli Romani e del Tuscolo”, dice il presidente Domenico Caporicci.

Nel corso dell’assemblea il Direttore Generale, Dott. Francesco Manganaro ha, prima di tutto, illustrato i dati aggregati del triennio 2016-2018 a conclusione del piano industriale avviato con la fusione tra la BCC dei Castelli Romani e la BCC Tuscolo - Rocca Priora, avvenuta giuridicamente il 1° gennaio 2017. In particolare, il Direttore ha evidenziato come nel triennio ci sia stato un costante incremento delle masse amministrate ed un miglioramento degli indicatori di efficienza e redditività. Successivamente, il Direttore Generale ha commentato i risultati positivi del bilancio 2018 evidenziando i valori in crescita: “utile netto superiore a 2 milione di euro, masse in aumento e crediti deteriorati in calo.

Nello specifico, la raccolta diretta a dicembre 2018 è pari a 401,9 milioni di euro, la raccolta indiretta si attesta a 36,3 milioni di euro e i crediti netti verso la clientela si sono attestati a 296,27 milioni di euro. Con riferimento alla qualità del credito, si evidenzia una diminuzione dei crediti deteriorati lordi di 8,5 milioni di euro con le sofferenze che sono diminuite da inizio anno di 13,99 milioni di euro. Il rapporto tra crediti deteriorati lordi e crediti verso la clientela lordi (cosiddetto NPL Ratio) è pari a 16,66%, notevolmente inferiore al 19,47% del 2017 e al 25,17 % dell’1.1.17. Per quanto riguarda il conto economico, il 2018 si chiude con un utile di esercizio netto di 2.056 mila euro, in linea con quello dell’anno precedente e notevolmente superiore rispetto a quanto previsto nel budget annuale.

La solidità della Banca è misurata anche dal coefficiente CET1 (capitale primario/attività di rischio ponderate). Più in particolare, l’istituto presenta un rapporto tra capitale primario di classe 1 - CET1 - ed attività di rischio ponderate (CET 1 ratio) pari al 14,88% superiore alla misura vincolante prevista dalla normativa.

Numeri, dunque, che come detto fotografano un’attenta gestione economica e che ha consentito alla Banca di migliorare i propri profili tecnici. “Grazie a quanti hanno creduto e continuato a sostenere questo importante progetto di sviluppo territoriale, che colloca la BCC dei Castelli Romani e del Tuscolo ai primi posti nel panorama del credito cooperativo laziale”, dice il Direttore Generale Dott. Francesco Manganaro. "Grazie all’appartenenza al Gruppo Cassa Centrale Banca, la Bcc dei Castelli Romani e del Tuscolo potrà conseguire due importanti obiettivi: la salvaguardia del ruolo di servizio delle comunità locali e dei propri soci, e l’opportunità di ulteriore sviluppo, capace di accrescerne la presenza nel territorio dei Castelli Romani", conclude Manganaro.

È proseguita anche quest’anno con grande impegno della BCC dei Castelli Romani e del Tuscolo l’azione mutualistica a sostegno della comunità e del merito scolastico. In particolare, durante l’Assemblea sono stati premiati dal Presidente, Domenico Caporicci, e dal Vicepresidente, Mauro Pucci, i soci o figli di soci della BCC vincitori delle borse di studio rivolte ai giovani delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, diplomati di laurea triennale e magistrali, che si sono distinti per merito nello studio.

“La nostra Banca si conferma attenta al sostegno dell’economia locale favorendo così le famiglie, le piccole e medie imprese e le associazioni del territorio”, dice ancora il presidente Domenico Caporicci. Il 2018 è stato un anno storico per la BCC dei Castelli Romani e del Tuscolo e, in generale, per il Credito Cooperativo nazionale. Dal 1° gennaio scorso è operativo il Gruppo Bancario Cooperativo nazionale avente come capogruppo la trentina Cassa Centrale Banca.