I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Pausa pranzo sempre più veloce… e sempre meno sana

mangiare ufficio ilmamilioFRASCATI (benessere) - Attenzione a qualità nutrizionale, sicurezza, corretta gestione dei cibi e degli allergeni

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Panini, tramezzini, piadine, cibi precotti. Sempre più italiani fanno la pausa pranzo in modo rapido e non sempre con la giusta attenzione alla qualità di ciò che mangiano. Per migliorare l'offerta, parte il "Roadshow per la formazione dei ristoratori per una sana e corretta alimentazione in pausa pranzo", presentato al Ministero della Salute.

Il tour itinerante di show cooking toccherà tre città, Roma, Milano e Palermo, e punta a migliorare l'offerta alimentare per quanto riguarda la sicurezza e la qualità nutrizionale dei cibi. Fino a qualche decennio fa la pausa pranzo si faceva rigorosamente a casa. Oggi, invece, è un momento spesso trascurato, fatto in piedi o alla scrivania.

Lo show itinerante è frutto di una partnership tra il programma Fighting Obesity Trough Offer and Demand (FOOD), Istituto Superiore di Sanità (Iss), Federazione Italiana Pubblici esercizi (Fipe) e Edenred.

balzoni190508

"Quasi tutti i lavoratori - precisa Marco Silani, Direttore, Unità Operativa Alimentazione dell'Iss - fanno 5 pasti su 7 fuori casa. Per questo, metteremo a disposizione un messaggio chiaro, scientificamente valido e aggiornato secondo le normative europee, rispetto a tre temi: qualità nutrizionale, sicurezza, corretta gestione dei cibi e degli allergeni". Dal rapporto Fipe di quest'anno, commenta il presidente Lino Enrico Stoppani, "emerge che aumenta la spesa per mangiare fuori casa, ed è oggi pari a 36% del totale speso dalle famiglie per gli alimenti. Questo cambiamento impone alle imprese del settore ancor più responsabilità". Dall’altra parte aumenta l’attenzione verso una sana e biologica alimentazione (anche fuori casa).

ballico ilmamilio 190513

Tra le città più sensibili a menu healthy e veg, Milano guida la classifica seguita da Roma, Firenze, Bergamo e Monza. Tra le professioni più 'attente' risultano esserci avvocati, architetti e professionisti nel settore bancario e finanziario. Il trend enogastronomico emerge da un'analisi del food delivery Deliveroo sugli ordini effettuati con il servizio business (6.000 aziende utilizzatrici a livello globale di cui oltre 500 in Italia). L'indagine ha registrato in Italia, contemplando pranzi e cene in ufficio, un aumento nel volume degli ordini del 152% nell'ultimo anno per piatti healthy oriented a base vegetale.

giglio pazienza

Marco Staffiero (nome spirituale Ardas Sadhana Singh) è insegnante certificato di Kundalini Yoga, il suo diploma è riconosciuto a livello internazionale dal KRI (Kundalini Research Institute) e dall’IKYTA (International Kundalini Yoga Teacher Associations) e a livello nazionale dalla UISP – Area Discipline Orientali. Ha seguito il corso di formazione insegnanti con Guru Shabad De Santis, il primo insegnante di Kundalini Yoga in Italia, presso il centro Yogi Bhajan Akhara, a Roma. Attualmente insegna a Frascati, Grottaferrata, Ariccia, e Roma. Inoltre, ha conseguito la certificazione per l’insegnamento Yoga ai bambini, con l’insegnante Gurudass Kaur, cofondatrice del primo centro di Kundalini Yoga a Barcellona e fondatrice di un programma di Yoga per bambini chiamato “Chilplay Yoga, The Yoga of Fun”.

E’ laureato in Scienze Politiche - Relazioni Internazionali e dal 2009 è iscritto all’ordine dei giornalisti del Lazio. Approfondisce come giornalista e studioso diverse tematiche, che riguardano le discipline olistiche, le medicine alternative, la sana alimentazione e il benessere psico-fisico. Collabora on line con “Il Giornale dello Yoga“ e "Yoga Magazine".Con il quotidiano “L’Osservatore d’Italia” e con “Il Format info” si occupa di malattie ambientali, elettrosmog e salute. Inoltre, è responsabile della rubrica Benessere e Salute del quotidiano on line “ilmamilio.it”. Attraverso la conoscenza di tematiche legate alla Geobiologia, collabora con la Bioriposo, dove effettua misurazioni (con degli strumenti tecnici brevettati) dei nodi di Hartmann, di onde elettromagnetiche ecc., dando vita a conferenze sull'argomento in vari centri olistici e non solo.

consorzio ro.ma