I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ad Ariccia un bel pomeriggio dedicato alla legalità nel salone di palazzo Chigi

legalita ariccia 2 ilmamilioARICCIA (eventi) - Tanti gli studenti presenti in sala

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Nel primo pomeriggio dello scorso venerdì 17 maggio nella prestigiosa sede di Palazzo Chigi di Ariccia, ha avuto inizio “La Giornata della Legalità”, un’iniziativa promossa dal Comune di Ariccia, dalla Procura della Repubblica di Velletri, dal Movimento della società civile “Vento di Legalità” e dal Comitato promotore “Allegamente”.

Protagonisti indiscussi gli studenti del Liceo linguistico e delle scienze umane “James Joyce” di Ariccia, del Liceo classico “Ugo Foscolo” di Albano, del Liceo scientifico “Giovanni Vailati” di Genzano, dell’Istituto alberghiero “Ugo Tognazzi” di Velletri e dell’Istituto di formazione “San Gerolamo Emiliani” di Ariccia, che accompagnati dai rispettivi docenti, hanno aderito al progetto, partecipando così ad un’intensa giornata che ha avuto lo scopo principale di guidare e sensibilizzare i giovani attraverso i valori della legalità e per far sì che i concetti che sono stati trattati, come la verità e la giustizia, possano rimanere per sempre nelle loro menti ma soprattutto nei loro cuori, come un grande faro che possa far luce e quindi chiarezza sul cammino della loro vita per saper riconoscere e dunque contrastare l’ingannevole ombra dell’illegalità che si insinua più o meno subdolamente e sotto varie forme nelle nostre esistenze.

giglio pazienza

In apertura di questo importante evento, i ragazzi e tanti altri spettatori (all’incirca più di 200 persone) hanno preso parte al Convegno “La Scoperta della Verità” presieduto dai saluti del sindaco Roberto di Felice che ha fortemente sostenuto l’iniziativa e che pochi giorni prima ha persino delegato un membro della giunta per introdurre nelle scuole le materie della ‘legalità’ e dell’ ‘educazione civica’.

A seguire hanno preso la parola illustri relatori presentati dalla giornalista Marzia Mancini, la prima in scaletta la Dott.ssa Caterina Viola, che ha portato la sua testimonianza sul palco come rappresentante del Movimento “Vento di Legalità” che da anni si mobilita per i giovani in tutta Italia anche con la pubblicazione di ‘libri bianchi’ sul contrasto alle mafie; durante il suo accorato discorso ha affrontato il delicato tema dell’infanzia, un’infanzia fin troppe volte negata a causa della criminalità, come nel caso della piccola Noemi che ha rischiato di morire a soli 4 anni per un proiettile che l’ha colpita mentre passeggiava tra le vie di Napoli con il nonno.

balzoni190508

A prendere la parola subito dopo, il più alto rappresentante della magistratura inquirente nel territorio, ovvero il Procuratore della Repubblica di Velletri, il Dr. Francesco Prete che ha reso partecipe gli studenti della mobilitazione dei magistrati contro la corruzione.

Il dibattito è proseguito con il discorso del Generale della Direzione Investigativa Antimafia, Antonio Basilicata che ha descritto al vasto pubblico come le Forze dell’Ordine svolgono le indagini su tematiche importanti come la lotta alle mafie ed il traffico di stupefacenti.

legalita ariccia 1 ilmamilioSuccessivamente ha preso la parola il giornalista e scrittore, il Dr. Arcangelo Badolati, nato a Palmi, da anni compie indagini sulla mafia calabrese, seguendo i più importanti fatti e processi della ‘ndrangheta, ha esposto ai giovani, senza censura alcuna, l’efferatezza degli omicidi mafiosi, che senza scrupoli guardano in faccia un bambino indifeso e terrorizzato avendo il coraggio di piantargli un proiettile nella fronte. Un’ intervento duro che ha avuto lo scopo di mettere al corrente gli studenti di quello che accade veramente, chi sono davvero queste ‘persone’, cosa sono capaci di fare e soprattutto per far capire loro da che parte devono stare.

A parlare sul palco anche il Presidente della Commissione Antimafia del Consiglio Regionale del Lazio, Rodolfo Lena che ha portato i saluti del Presidente Nicola Zingaretti.

 

consorzio ro.ma

Presenti in sala e durante la giornata molte altre autorità politiche, civili, religiose e diversi membri dell’amministrazione comunale.

Giunti al termine del convegno, all’interno del parco di Palazzo Chigi, gli studenti sono stati divisi in due gruppi guidati dai rappresentanti del Movimento “Allegamente”, per delle simulazioni pratiche che hanno previsto lo svolgere delle indagini sul ‘luogo del delitto’ e la riproduzione di un vero e proprio processo sulle due tematiche della droga e della violenza di genere.

La serata, proseguita con una cena a buffet preparata direttamente dagli studenti dell’Istituto alberghiero “Ugo Tognazzi”, è stata ulteriormente impreziosita dalla presenza del Presidente del Tribunale di Roma Francesco Monastero accompagnato da sua moglie e si è conclusa con un entusiasmante spettacolo musicale per il quale si sono esibiti artisti emergenti ed artisti affermati come Simone Cristicchi e Luca Guadagnini, entrambi cittadini dei Castelli romani.

Una lunga giornata tutta da ricordare, nella speranza che il prezioso seme della ‘legalità’ che è stato piantato nelle coscienze dei giovani grazie a questa iniziativa, sbocci prepotentemente sovrastando tutte le ‘erbacce’ dell’illegalità.ballico ilmamilio 190513