I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Giochi ragazzi e ragazze

giochi on lineFRASCATI (attualità) - Uno studio norvegese rivela risultati inattesi

ilmamilio.it

Un sacco di genitori si agitano per l'eterno amore dei videogiochi dei loro figli. I recenti giochi online interattivi come Fortnite e World of Warcraft inibiscono la capacità dei bambini di tenere normali conversazioni umane? I giochi aggressivi favoriscono un desiderio innaturale di impugnare armi e distruggere cose? Oppure i giochi aiutano i bambini a sviluppare una serie cruciale di abilità del 21 ° secolo?

Un nuovo studio norvegese analizza queste domande rintracciando la relazione tra tempo trascorso di gioco e competenza sociale in un gruppo di 873 bambini, a partire dall'età di sei anni e il controllo ogni due anni fino all'età di 12 anni. I risultati hanno mostrato che più giochi in genere non prevedono peggiori risultati sociali nei ragazzi, ma hanno avuto un impatto negativo sulle ragazze: le ragazze di 10 anni che hanno giocato più giochi avevano meno competenze sociali a 12 anni.

"Il gioco non ha avuto alcun effetto, positivo o negativo, sulla competenza sociale dei ragazzi a qualsiasi età", ha detto Beate Wold Hygen, un borsista post-dottorato che ha guidato la ricerca. "Con ragazze di 10 anni, lo ha fatto."

La ricerca, pubblicata sulla rivista Child Development, ha esaminato entrambe le direzioni della relazione: fare più ragazzi socialmente competenti spendono meno tempo a giocare e meno bambini socialmente competenti giocano di più? Sì, per entrambe le domande e per entrambi i sessi. Più giochi prevedono meno competenze? Sì, ma solo per ragazze che iniziano a 10 anni.

Lo studio offre alcune ragioni per le differenze. La ricerca mostra che le ragazze tendono a giocare in circoli sociali più piccoli e ad avere relazioni più intime. "Date le differenze nella vita sociale dei ragazzi e delle ragazze con i coetanei, il tempo trascorso nel gioco potrebbe comportare un minore" costo "di sviluppo per i ragazzi", afferma lo studio. Inoltre, poiché i ragazzi passano più tempo a giocare, può essere più una parte della loro cultura di gioco e quindi giocare un ruolo più importante nella loro socializzazione. Dal momento che il gioco è meno "socialmente normativo" per le ragazze, c'è più penalità per chi lo fa. "Le ragazze che giocano possono non solo avere meno ragazze con cui giocare, ma anche in misura maggiore essere escluse dall'interazione sociale senza gioco con ragazze dello stesso sesso, e la socializzazione che segue", ha osservato la ricerca.

Lo studio è stato condotto dalla Norwegian University of Science and Technology, dall'Università della California, Davis e dall'Ospedale St. Olav in Norvegia. I ricercatori hanno chiesto ai bambini quando avevano 10 e 12 anni di riferire sul loro utilizzo di videogiochi su tablet, PC, console di gioco e telefoni, e ai loro genitori di riferire sulle loro abitudini di gioco quando i bambini avevano sei e otto anni. Gli insegnanti dei bambini hanno completato questionari sulla loro competenza sociale, incluse misure di cooperazione, asserzione e autocontrollo.