I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Viviamo Monte Porzio Catone punta su Massimo Pulcini candidato sindaco. Con la "benedizione" di Gori

pulcini gori ilmamilioMONTE PORZIO CATONE (politica) - Il quadro dei candidati è praticamente completo

ilmamilio.it

Dopo il centrosinistra che proprio ieri ha annunciato il nome di Amedeo Palma, e dopo il candidato 5 stelle Andrea Galati, oggi arriva l'annuncio del centrodestra che ha scelto in Massimo Pulcini il proprio candidato sindaco.

"Dopo quasi trenta anni di impegno appassionato nella politica locale ho deciso di lasciare il testimone a Massimo Pulcini. Mio degno e leale vicesindaco nell'operoso lavoro svolto nel 2009-2014. Mio compagno instancabile nel lavoro di opposizione fatta in questi sciagurati anni per Monte Porzio Catone. Voglio rassicurare i miei concittadini e ringraziarli per gli attestati di stima avuti in questi anni: Viviamo Monteporzio non è solo Luciano Gori e, soprattutto, io continuerò a dare una mano a Massimo Pulcini, starò al suo fianco e a tutti i candidati. Sia quelli con esperienza alle spalle sia quelli che abbiamo accolto nella lista per affrontare questa coraggiosa e nuova avventura", dice Luciano Gori.albanoinLibro

"Le macerie lasciate dal Partito Democratico in questi anni non devono far disperare, Monte Porzio si può rialzare, Massimo è umile e coraggioso ma, soprattutto, nonostante sia ancora giovane ha una notevole esperienza amministrativa. Infatti tutto il gruppo storico che ha fondato la lista civica 10 anni fa non ha esitato nel sostenere questa candidatura. Lui e la squadra che si è creata intorno non potranno che far bene. Tengo a precisare che il sostegno convinto del centrodestra alla lista Viviamo Monteporzio non snatura la sua natura civica e l'apporto che continuiamo a ricevere dal mondo della società civile. il sostegno del centrodestra è un riconoscimento alla coerenza della mia storia politica, al buon lavoro svolto in passato e al rinnovamento generazionale di una squadra che saprà sollevare Monte Porzio da una situazione davvero difficile. Io farò la mia parte. In questi giorni stò contribuendo alla stesura del programma", conclude l'ex sindaco.

consorzio ro.ma"Difficile raccontare la passione per la politica in un momento storico in cui i sentimenti più diffusi nei confronti dei partiti e delle istituzioni sono il disorientamento e il disagio. Eppure questa passione mi ha sempre accompagnato, correndo parallelamente alla mia attività lavorativa, prima nell'ambito del turismo, poi in quello del commercio. In questi anni di esperienza amministrativa maturata a Monte Porzio ho imparato tante cose : la soddisfazione di realizzare qualcosa che resta nel tempo, l'insegnamento della preziosa pratica dell'ascolto dell'altro, la perseveranza nelle difficoltà, la capacità di guardare con ostinato ottimismo al futuro", gli fa eco proprio Massimo Pulcini.

"Tutto questo ha contribuito a farmi crescere e a plasmare l'uomo che sono oggi. In un momento così drammatico per Monte Porzio voglio credere con tutto me stesso che si apre un'opportunità, quando si tocca il fondo, infatti, si può solo risalire. Ci attende l'enorme (e non visibile) opera di risanamento del bilancio comunale, accanto a questa saranno proprio le "piccole azioni" a caratterizzare i prossimi 5 anni, quelle azioni che, sono convinto, sapranno portare la nostra cittadina a recuperare il terreno perduto. Scorrendo il programma elettorale sarà possibile  leggere anche cose ambiziose nell'ambito dei Lavori Pubblici. Non lo abbiamo fatto per gettare fumo agli occhi o per proporre demagogicamente l'impossibile. Si tratta di idee e progetti che abbiamo avuto nel quinquennio 2009/2014. Si tratta di opere idee e progetti in cui vogliamo continuare a credere. Per quanto riguarda il quotidiano la battaglia principale sarà sull'ambiente, sul decoro urbano e sulla differenziata, precipitata dai picchi a cui l'avevamo portata nel 2014", conclude Pulcini.