I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, il Comune: “Bilancio: inalterata pressione fiscale, aumento qualità dei servizi”

GROTTAFERRATA - Andreotti e Prisco: “Non abbiamo messo le mani nelle tasche dei grottaferratesi. Piani importanti per manutenzione e nuove opere pubbliche”

ilmamilio.it - nota stampa

Comunicato del Comune di Grottaferrata:

"Il Consiglio comunale di Grottaferrata ha approvato il Documento unico di programmazione (Dup) e il Bilancio di previsione 2019-2021 con il voto compatto della maggioranza, l’astensione dei gruppi Città al Governo e Grottaferrata Una Alleanza Cittadina e il voto contrario di PD e M5S tra i banchi delle opposizioni.

Oltre 28 milioni di euro il valore complessivo, uno in meno di spesa corrente rispetto ai valori di fine 2018. Livello inalterato di pressione fiscale per i cittadini e aumento del livello e della qualità dei servizi offerti nel sociale, in ambito scolastico, nella manutenzione e nella realizzazione di nuove opere pubbliche.

Ad illustrare le linee guida è stata l’assessora al Bilancio, dottoressa Addolorata Prisco.

“Gli obiettivi del Documento Unico di programmazione e i relativi stanziamenti del bilancio, riflettono i punti fondamentali del programma di mandato del Sindaco” ha esordito Prisco. “In primis mantenere i conti in ordine, garanzia di affidabilità per l’ente, utile anche per attrarre potenziali investitori. Questo permette di avviare soluzioni alternative quali il partenariato pubblico-privato che alleggerisce le spese del bilancio comunale” ha spiegato l’assessora.

consorzio ro.ma

Proprio a questa fattispecie va ascritta l’operazione dell’Amministrazione che ha azzerato la previsione di contrarre un mutuo per la realizzazione dell’ampliamento del cimitero mettendo in campo, invece, un piano di project financing.

“In termini pratici - ha chiarito Prisco - questo vuol dire fare ugualmente l’opera pubblica senza indebitare l’Ente dell’importo previsto di 1,9 mln di euro”.

Tra gli obiettivi del Dup c’è quello di continuare a garantire i livelli di erogazione dei servizi resi ai cittadini aumentando, laddove possibile, sia la quantità che la qualità. Grottaferrata, in tal senso, risulta essere un’eccellenza in ambito sociale presentando liste d’attesa “a zero” per i servizi assistenziali con un livello qualitativo ottimo rispetto agli altri enti locali.

In questo ambito d’azione è stato previsto il rafforzamento del progetto Risorse in Comune, la continuità dell’assistenza residenziale per anziani, per l’assistenza degli alunni diversamente abili nelle scuole e così via. Nel contempo sono state avviate le procedure del nuovo bando per la gestione del trasporto pubblico locale con il potenziamento del numero delle linee. Questo permetterà ai piccoli utenti delle scuole di Grottaferrata di abbattere i tempi di permanenza sui bus che prima si attestava a valori medi di 50 minuti con punte che andavano ben oltre l’ora.

Capitolo importante e atteso presente nella programmazione il potenziamento e la riorganizzazione dell’organico in dotazione all’ente comunale.

“Gli uffici sono in grande difficoltà per la scarsità numerica del personale e, stanti i limiti rigidi imposti dalla legge, l’amministrazione sfrutterà tutte le possibilità previste dalla norma per incrementare il numero di dipendenti in servizio” ha detto ancora la Prisco. “Pertanto il bilancio ha destinato il massimo di risorse finanziarie possibili per acquisire nuove risorse umane”.

In coda alla esaustiva relazione dell’assessora Prisco - alla quale è andato il plauso dell’intero Consiglio comunale – la delegata al Bilancio si è soffermata sulla grande mole di crediti da riscuotere derivati da anni di inefficacia delle passate amministrazioni, “che si attestano ormai intorno ai 20 milioni di euro e che costringono l’Ente a tenere immobilizzate grandi cifre a garanzia delle somme non riscosse (oltre 15 mln di euro)”.

“Queste difficoltà specifiche si inquadrano in una più generale difficoltà economica che va oltre i confini del comune di Grottaferrata ed investe tutto il territorio nazionale ed oltre. Per questo il nostro impegno va nella direzione di impiantare una soluzione gestionale che preveda un affiancamento al cittadino che non riesce a pagare e riveda completamente il regolamento delle entrate definendo uno specifico testo per disciplinare in modo puntuale, chiaro, equo e trasparente l’istituto della rateizzazione”

Il sindaco nei suoi interventi durante il Consiglio comunale e a latere dello stesso, si è detto soddisfatto dei numeri: “Siamo riusciti a mantenere un equilibrio di bilancio che garantirà ancora un buono standard di servizi alla città senza chiedere nemmeno un solo euro in più ai contribuenti grottaferratesi” ha detto Andreotti che si è quindi soffermato sul riscontro che vedranno i cittadini in termini di manutenzione e nuove opere pubbliche.

“L’Amministrazione ha avviato una serie di iniziative per rispondere alle esigenze del territorio. Si pensi alla realizzazione dell’isola ecologica, il rifacimento della palestra della scuola Isidoro Croce, l’efficientamento energetico delle scuole, alla sistemazione del manto erboso dell’impianto sportivo di via degli Ulivi e altre. Interventi che vanno ad aggiungersi ai numerosi lavori messi in cantiere e in via di svolgimento su tutto il territorio cittadino dallo scorso mese di marzo per quasi un milione di euro d’avanzo dell’esercizio dello scorso anno”.

Il sindaco Andreotti ha quindi ringraziato l’intero Consiglio comunale: la maggioranza ma anche “i gruppi di minoranza che pur mantenendo in pieno le prerogative di controllo puntuale, facendo una opposizione puntuale e mirata, hanno manifestato nel contempo anche uno spirito collaborativo incentrato sulla critica costruttiva e sulla dialettica rispettosa in un dibattito del quale come sindaco sono pronto a raccogliere gli spunti emersi”.

Andreotti ha infine rivolto un pensiero agli uffici comunali che, coordinati dall’assessora Prisco, hanno prodotto un quadro che rappresenta fedelmente le volontà politiche dell’Amministrazione e con il voto favorevole del Consiglio ha avviato il nuovo ciclo di programmazione dell’Ente"..

albanoinLibro

Commenti   

0 #3 èunanotapelosa 2019-04-16 01:29
della delegata che avremmo preferito non leggere, è pelosissima
è una nota pelosa perché è autoreferenziale e artata nelle inutili motivazioni
è una nota pelosa perché, non da risposte alle numerose domande contenute nei commenti da quando avete iniziato
è una nota pelosa perché tralascia scaltramente di motivare i perché, i per come e le responsabilità.....NON può cavarsela con la tintobrassite: è così in tutta Italia. Perché NON è vero!
Elenco del Patrimonio Comunale "completo" è un dovere!
L'elenco completo e la destinazione d'uso, serve ed aiuta ad equilibrare un bilancio tenuto con le mollette. E lo ha richiesto LEI
Riaccertamento 1x1 dei residui ancora presenti a bilancio, è cosa buona e giusta, serve ad onorare i Cittadini onesti!
Una nota pelosa dai propositi addivenire, dai risultati tutti da collaudare, che l'eletto17 si attribuisce......il solito coacervo di situazioni paesane
una nota pelosa... tutto marketing
Citazione
0 #2 ècolpadiquìllì 2019-04-15 18:42
che vogliono fare andare gli italiani velocemente a lione
e' colpa di quillì che quando si denunciano gli evasori e chi ha costruito abusivamente, gli preparano #pastaltonnoecrekers.. e si avvalgono della facolta' di tacere :zzz perché parlarne potrebbe nuocergli politicamente :oops:
e' colpa di quillì che si occupano di nascondere i 49mln € dei rimborsi elettorali che dovevano restituire agli ITALIANI :oops:
non se ne occupavano ieri, non se ne occupano oggi, LORO continuano a far mettere le mani in tasca anche ai Grottaferratesi preparandogli #pastaltonnoecrekers
Vogliono fare andare i grottaferratesi velocemente a lione e non si occupano dei grottaferratesi che devono 20mln € di tasse evase #primachievade
Vogliono fare andare i grottaferratesi velocemente a lione mentre non dicono nulla ai grottaferratesi che hanno costruito abusivamente #primachiabusa
a Grottaferrata mai #pastaltonnoecrekers
Citazione
0 #1 federicocarlofabio 2019-04-14 20:34
in attesa che il vagliatore vagli, ci sentiamo più che soddisfatti. Abbiamo fatto le giuste domande e i giusti commenti sull'articolo di surrogato presidente della commissione, e oggi leggiamo cosa dichiarano la delegata e l'eletto 17.
Avevamo ragione a farle, e le risposte confermano i nostri dubbi sull'utilizzo del cosiddetto avanzo di bilancio. L'utilizzo è determinato da precise norme. Una quantità abnorme di residui (20 mln) se non "riaccertati" 1x1, rende fittizio ogni cosiddetto avanzo, è per questo NON utilizzabile!
:eek: :eek: anche nel 2012 erano 20 MLN i residui da incassare :eek: :eek: :eek: con + di 5 MLN di prima del 2000 :eek: :eek: :eek: = quantomeno inesigibili :oops:
Peccato che la delegata e l'eletto 17, si siano "dimentivati" di riaffermare quello che pochi mesi orsono, con enfasi dichiatavano:
Sì alla riscossione coattiva!
Sì al patrimonio comunale a reddito!
È puro cinismo piddino
Citazione