I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, il GAL “Martellotta” dal MiBAC. Proposta nascita coop sociale per garantire continua apertura del Museo dell'Abbazia

GROTTAFERRATA (attualità) - Bongirolami: "Mi auguro soggetti interessati facciano la loro parte"

ilmamilio.it

Nell’ ambito dell’ iniziativa “ Il MiBAC apre ai territori” svoltasi in sei città italiane per altrettante aree geografiche in cui è stato suddiviso il territorio nazionale, il GAL ha proposto un progetto ambizioso proseguendo e rafforzando la sua missione di attivo sostegno alle pubbliche istituzioni nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio culturale locale. Si tratta di fungere da incubatore per favorire la nascita di una cooperativa di giovani qualificati, soprattutto archeologi e storici dell’ arte che, adeguatamente formati sulle peculiarità del sito, possano farne apprezzare le sue particolari caratteristiche.

albanoinLibro

Nonostante gli sforzi economici intrapresi, e la pluridecennale chiusura, il Museo, riaperto al pubblico nel 2017, grazie all’impegno del Polo Museale del Lazio, appare oggi visitabile solo il sabato, con gravi limiti alla sua fruizione. Avvalendosi anche di contributi audio e video realizzati in collaborazione con l’associazione Archè, il direttore, accompagnato dall’archeologo Andrea Cesaretti  ha ripercorso brevemente la storia del Gruppo e della sua collaborazione con istituzioni tra cui ricordiamo: MiBAC - Polo Museale del Lazio, PCAS - Pontificia Commissione di Archeologia Sacra e SBCR - Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani.

consorzio ro.ma

"Mi auguro - spiega Lorenzo Bongirolami - che i vari soggetti interessati e tutte le istituzioni facciano pienamente la loro parte, per restituire una adeguata visibilità a questo bene ed ai tesori che custodisce”. Ancora una volta il GAL, puntando su soci attivi, consapevoli, desiderosi di partecipare si propone come pungolo per le istituzioni che sostiene e sprona sia con la sua concreta attività sia, come in questo caso, con l'elaborazione di idee e proposte.