I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Monte Porzio Catone: "Orchidee nel mondo" vietata ai cani, scoppia la polemica

orchidee cani ilmamilioMONTE PORZIO CATONE (attualità) - Domani 12 aprile apre la 25^ edizione della fortunata kermesse floreale, per la prima volta a Villa Mondragone

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Domani 12 aprile, sarà inaugurata la 25^ edizione della mostra “Orchidee dal mondo” che si terrà per la prima volta nella meravigliosa cornice di Villa Mondragone a Monte Porzio Catone.

Un’esposizione a livello internazionale che attrae turisti da tutta Italia ma che quest’anno pare abbia deluso le aspettative di molti interessati a causa della discriminazione a sfavore dei cani.

Infatti sulla pagina Facebook della mostra, l’organizzazione è stata chiara: “RICORDIAMO CHE ALL’INTERNO DELLA VILLA NON E’ CONSENTITO L’ACCESSO AI CANI”.

consorzio ro.ma

Una prescrizione che ha scatenato subito il dissenso degli utenti con una pioggia di commenti su Facebook, c’è chi ha scritto che una decisione di questo tipo è davvero limitante per la sua riuscita a maggior ragione che i cani al giorno d’oggi hanno acceso libero anche al supermercato, chi invece protesta per aver già prenotato l’hotel tenendo conto del proprio amico a quattro zampe, chi chiede ironicamente se i bambini sono ammessi e chi sottolinea che al Salone delle Orchidee di Bergamo dello scorso marzo c’erano tantissimi cani e per di più in un luogo al chiuso!

Persino i “Cittadini in Movimento – Monte Porzio Catone” hanno espresso il loro disappunto preoccupati dal fatto che un’eventuale mal riuscita della mostra possa essere attribuita al Comune di Monte Porzio provocando danni d’immagine ed economici, un’ipotesi intollerabile in questi tempi duri.

Tuttavia l’organizzazione di “Orchidee dal Mondo 2019” ha risposto a quasi tutti i commenti tentando di comprendere l’esigenze di chi si è lamentato. E’ stato risposto che Villa Mondragone non è dell’Associazione e che quest’ultima è costretta a sottostare alle regole che gli vengono dettate. Inoltre è stato spiegato che l’esposizione è stata spostata nella storica Villa a causa del dissesto finanziario del Comune, pare infatti che la location abbia costi nettamente inferiori rispetto al centro storico del paese e che l’alternativa sarebbe stata rinunciare alla ventennale mostra.

Dunque, sempre secondo l’organizzazione, il correre ai ripari ed il poco tempo nel farlo avrebbe impedito di organizzarsi per permettere l’accesso ai cani.

C’è infatti chi ribadisce chiedendo in che modo si sarebbero dovuti organizzare, domanda alla quale viene risposto che tra le soluzioni possibili vi era un servizio di dog sitter.

Una soluzione che certamente non può essere adattata a tutti i cani, in primis perché non tutti gli amici a quattro zampe sono compatibili gli uni con gli altri ed in secundis perché non tutti i proprietari sono disposti a lasciarli con una dog sitter.

In definitiva la ragione di questa scelta sarebbe da attribuire ai tempi stretti e alle regole di Villa Mondragone che non hanno permesso di trovare una soluzione adeguata.

sfaccendati 190406 ilmamilioUna spiegazione non molto convincente dato che la decisione di spostare la mostra nell’antica dimora di Monte Porzio è già stata presa mesi fa… Ed inoltre, fatta eccezione per mere soluzioni come un servizio di dog sitter, in che modo si sarebbe potuta risolvere una simile questione se non con la ‘rapidissima’ scelta di permettere l’accesso ai cani?

C’è anche un’altra cosa che non quadra perché se queste sono le regole della Villa, lo scorso anno per la mostra “Botanica Folias”, l’accesso ai cani era permesso?

Siamo convinti che l’esposizione floreale delle magnifiche orchidee sarà senz’altro bellissima e i dintorni di Villa Mondragone la renderanno ancora più suggestiva ma vietare l’accesso ai cani, oltre ad essere una scelta del tutto fuori luogo ed obsoleta nel 2019, ha senza dubbio offeso e limitato l’ingresso ai proprietari dei cani. Si tratta oltretutto di una mostra che ha a che fare con la natura e gli animali ne fanno indubbiamente parte. Una decisione davvero poco intelligente e lungimirante.