I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Elezioni Ciampino, Dario Rose: "La nostra è l'unica vera proposta di sinistra"

rose dario ciampino1 ilmamilioCIAMPINO (politica) - Il candidato sindaco della coalizione "Diritti in Comune": "Cemento zero e servizi sociali potenziati: ecco come dare un futuro a Ciampino"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Una candidatura di sinistra, fortemente di sinistra, per dare a Ciampino un'alternativa di governo.

Dario Rose, candidato sindaco per la coalizione di "Diritti in Comune" che il 26 maggio si presenta con le liste "Partecipazione civica" e "Per Dario Rose sindaco".

"Quella che rappresento - dice l'archeologo, 54 anni - è una sinistra ampia e plurale oggi composta da "Potere al popolo", "Città in Comune" e "Partecipazione civica". Alleanze? Siamo e restiamo aperti a tutti ma, per essere chiari, ad una possibilità di alleanza con la coalizione di Giorgio Balzoni non abbiamo realmente mai pensato, perché Balzoni è espressione di un Pd e di un centrosinistra che ha governato a lungo e male, sia a Ciampino ma anche a livello nazionale. La nostra porta resta comunque aperta a chiunque abbia voglia di condividere la nostra visione di amministrazione".

Insomma nessuno spazio di manovra. "Balzoni e la sua coalizione non sono espressione di forze di sinistra, su questo c'è poco da aggiungere", dice Rose.

consorzio ro.masfaccendati 190406 ilmamilio

 

 

 

 

 

 

Che aggiunge. "La nostra è una proposta di sinistra, coerente con le battaglie e con la nostra azione di questi anni. Una proposta reale e concreta, sia sul piano ambientalista che di tutte quelle istanze che ci hanno visto chiedere ed ottenere il vincolo integrale sull'area delle Mura dei francesi e che nel nostro programma propone un piano urbanistico a cemento zero. Vogliamo più decoro urbano, più aree verdi, più parchi. Non dimentichiamo che Ciampino è una città con un'altissima densità abitativa e servono servizi, solidarietà e servizi sociali".

Chiunque sarà il nuovo sindaco di Ciampino erediterà una situazione economico-finanziaria disastrosa. "Con 12 milioni di debito e zero opere compiute, c'è da capire cosa abbia fatto chi ha governato in questi anni. Ci lasciano una città in enormi difficoltà, con un bilancio appesantito dalle partecipate e con servizi sempre più in difficoltà. Noi pensiamo di puntare forte sui servizi sociali, svincolando questa voce dal bilancio comunale: si può fare".

A proposito di verde, a breve "Diritti in comune" presenterà il punto qualificante del suo programma. "Vogliamo il parco a Mura dei francesi, un'area da 20 ettari interamente da destinare ai cittadini".

Quella che attende Dario Rose e la sua coalizione è una campagna elettorale da porta a porta. "Vogliamo incontrare e parlare con la gente, illustrare la nostra visione di città e capire cosa vogliano i ciampinesi. Gli sfidanti? Sento tanto parlare di sicurezza, ma senza mai scendere nel dettaglio e temo che questa tematica trattata superficialmente possa solo generale fenonemi di malcontento presso i cittadini. Sul campo rom la nostra comunque è una posizione chiara: siamo per il superamento della struttura attraverso politiche inclusive virtuose".