I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

METEO – Week-end tra sole e pioggia sui Castelli romani. Domenica altro peggioramento

marino cielo ilmamilioMARINO (meteo) - Bucato il fronte anticiclonico che ha dominato la scena in queste ultime settimane

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

La prima perturbazione del mese di aprile, che nella giornata di ieri ha scaricato rovesci abbondanti su tutto il territorio albano e romano con accumuli pluviometrici ingenti su alcuni settori della provincia, nella giornata di venerdì 5 aprile si sta spostando verso meridione lasciando spazio ad ampie schiarite sul Lazio.

Nel corso del weekend e durante l’inizio della nuova settimana si aprirà un varco per le perturbazioni atlantiche, sbarrate negli ultimi due mese da un robusto campo anticiclonico.

Nel primo weekend di aprile il tempo risulterà variabile sul territorio albano e romano con schiarite alternate a rovesci per il passaggio nella giornata di domenica di una seconda perturbazione. Le temperature si manterranno stazionarie e in linea con il periodo.

consorzio ro.ma

Che tempo ci attende per il week-end sui Castelli? Nella giornata di venerdì 5 aprile freddo al primo mattino, con valori prossimi ai +3/5°C su buona parte del territorio Albano. Tempo asciutto e buono per l’intera giornata con la presenza di cieli sereni o poco nuvolosi. La giornata di sabato 6 aprile inizierà con cielo sereno o poco nuvoloso, proseguendo con un graduale aumento della nuvolosità e con le prime precipitazioni dalla tarda serata. Domenica 7 aprile si concretizzerà un nuovo peggioramento per il passaggio di una seconda perturbazione, che porterà in giornata piogge deboli al più moderate sul territorio dei Castelli.

Dopo la presenza e il dominio incontrastato dell’anticiclone, sull’Europa centro-occidentale e il Mediterraneo sembrerebbe profilarsi un periodo caratterizzato da estrema variabilità. Il flusso perturbato principale si incanalerà sull’Italia, riportando precipitazioni preziose soprattutto lì dove alcune regioni settentrionali e centrali tirreniche hanno sofferto la siccità.

Gianluca Caucci, meteorologa

scuolePie locandina 190314 ilmamilio