I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Esplosione di Frascati, è gara di solidarietà tra i residenti. A provocare il boato non sarebbe stato il gas

esplosione sequestro frascati ilmamilioFRASCATI (cronaca) - Controllo di vicinato sul villino della tragedia e sostegno alla famiglia. I carabinieri pensano che a provocare il boato possa essere stata polvere pirica

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Qualcuno nel corso della giornata ha lasciato un mazzetto di fiori di fronte al cancello del villino della famiglia Bernardini dove, ieri sera alle 21, un'esplosione ha ucciso Angelo, di 51 anni e il suo figlio maggiore Mario.

LEGGI Frascati: Angelo e Mario, morti nell'esplosione della loro casa. Oggi regna il silenzio

Tra i residenti della zona di via Macchia dello Sterparo moltissimi conoscevano Angelo, sua moglie ed i ragazzi. Angelo era iscritto ad un gruppo di controllo di vicinato, come racconta chi lo conosceva, era molto attivo e sempre pronto a dare una mano.

Quella che è scattata in queste ore è una vera e propria gara di solidarietà sia per vigilare sul villino posto sotto sequestro dalle autorità che stanno indagando su quanto avvenuto e per il quale si teme la "visita" dei ladri, sia per sostenere la famiglia con piccole donazioni e non solo, in questo difficilissimo momento.

petra fiera 2019consorzio ro.ma

 

 

 

Intanto, mentre le salme delle due vittime dell'esplosione di ieri sera sono ancora a disposizione dell'autorità giudiziaria e non può essere ancora fissata la data per le esequie, prosegue il lavoro dei carabinieri del Nucleo operativo e della Stazione di Frascati. L'ipotesi fatta a caldo che a provocare l'esplosione fosse stata una fuga di gas nel corso della giornata sembra aver lasciato ad altro anche perché Italgas, in una nota, ha fatto sapere di aver trovato integro l'impianto del villino.

I carabinieri stanno dunque lavorando attorno all'ipotesi che a provocare la tremenda e devastante esplosione sia stata polvere pirica presente nell'abitazioni e che, forse, i due uomini stavano maneggiando.

Si resta per il momento nel campo delle ipotesi e qualche certezza potrebbe arrivare nelle prossime ore dagli esami ed accertamenti ancora in corso.

Oggi a dominare è il dolore di una intera comunità che si è stretta attorno alle famiglie Bernardini e Tardiola (le bandiere del palazzo municipale sono state listate a lutto) così gravemente colpite.

scuolePie locandina 190314 ilmamilio

mercatino grottaferrata ilmamilio