I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Asili nido di Frascati, Mario Gori risponde al Pd: "Ecco come stanno le cose"

FRASCATI (politica) - Il portavoce di maggioranza risponde alla nota dei democratici

ilmamilio.it

Da Mario Gori, portavoce della maggioranza consiliare di Frascati, riceviamo e pubblichiamo.

"Gentilissimo direttore,

le chiedo cortesemente di dare spazio a questa doverosa replica al comunicato stampa del Partito Democratico di Frascati relativo alla modifica del Regolamento per la gestione degli asili nido ed all’adozione della delibera di Consiglio Comunale per l’affidamento in concessione della gestione dei due asili nido comunali.

LEGGI Asili nido di Frascati, il Pd: "Tagli, ipotesi e riduzione di orario. I conti non tornano". Lanciata una petizione

Il Pd di Frascati non deve domandarsi il perché al loro strumentale attacco abbiamo risposto come liste civiche di maggioranza: a demagogiche strumentalizzazioni politiche, la risposta non può che essere politica. L’unico vero bluff è il teatrino che sta mettendo in scena il PD di Frascati su un tema sociale che riguarda i bambini e i lavoratori, addirittura con una petizione con contenuti strumentali.

Prima di entrare nel dettaglio dell’ultimo comunicato firmato PD, vogliamo evidenziare che la decisone di ridurre il costo complessivo per il servizio degli asili nido, nasce dalla necessità di non poter fare un bando di gara con un costo complessivo superiore di ben 100.000 euro rispetto a quello attuale, così come era stato prospettato con il mantenimento dell’attuale orario.

petra fiera 2019

La relazione delle liste di maggioranza è basata anche su dati statistici reali provenienti per iscritto dall’Ufficio Scuola del Comune ( per quanto riguarda il numero degli iscritti e i relativi redditi ISEE ) e dal Coordinamento dei Nidi ( per quanto riguarda le presenze dopo le 16,30 ) e da ipotesi più che concrete che assicurano la fattibilità della manovra dell’amministrazione Mastrosanti, quali : - le rette mensili sono state elevate esclusivamente ai redditi ISEE superiori ai 50.000 euro, che corrispondono soltanto al 6 % degli utenti ( il PD di Frascati difende i piu ricchi???), sono diminuite del 10% le rette mensili per i redditi più bassi con ISEE da 0 a 50.000 euro, che corrispondono al 91% degli utenti ( e questa è perequazione sociale ) e restate invariate per i redditi da 40.000 a 50.000 euro, che corrispondono soltanto al 3% degli utenti.

Quindi è proprio vero il contrario di quanto afferma il PD : riducendo il costo della retta mensile ad una platea pari al 91 % degli utenti si favoriscono le iscrizioni ai nostri due nidi !!!

consorzio ro.ma

- Con l’introduzione dei bandi aperti possono essere accolte domande fino alla copertura totale dei posti disponibili ossia 128, mentre prima molte domande d’iscrizione pervenute fuori bandi non potevano essere accolte; - Per garantire la copertura integrale dei posti, è stata anche concessa la possibilità d’iscrizione ai non residenti, con il pagamento di una retta superiore rispetto a quella che pagheranno gli utenti residenti a Frascati = Euro 500,00. Per quanto riguarda la paventata riduzione della forza lavoro, in relazione alla rimodulazione oraria, al di là delle suddette concrete ipotesi, l’amministrazione comunale ha dato garanzia direttamente alle lavoratrici che il mantenimento delle attuali ore effettuate e del medesimo salario percepito verrà garantito grazie all’indirizzo politico che darà ai competenti uffici comunali per la redazione del bando di concessione della gestione degli asili nido, relativamente alle seguenti prescrizioni a cui dovrà attenersi il futuro Concessionario : ​

- assicurare che l’attuale personale svolga le medesime ore di lavoro che ha svolto fino ad oggi senza percepire alcuna decurtazione salariale;

- che venga ampliato l’attuale orario di compresenza in servizio delle educatrici e delle ausiliarie. Così come esprimerà esplicitamente anche un indirizzo per garantire il mantenimento degli attuali standard qualitativi del servizio educativo. Infine va evidenziato che il giusto guadagno d’impresa il futuro Concessionario potrà realizzarlo anche con i servizi supplementari che con la nuova concessione potrà effettuare fuori dall’orario di apertura degli asili nido.

Il Coordinatore della Maggioranza. Mario Gori

scuolePie locandina 190314 ilmamilio

mercatino grottaferrata ilmamilio