I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Scuole Pie di Frascati, arrivati i fondi ministeriali, bilancio risanato. E' troppo tardi per non chiudere l'istituto?

FRASCATI (attualità) - Nella ricorrenza odierna di San Giuseppe Calasanzio, fondatore delle scuole, l'associazione Padre Zelli comunica la buona notizia che potrebbe riaccendere la possibilità di tenere aperta la storica istituzione scolastica

ilmamilio.it

Dall'Associazione Padre Zelli e Scuole Pie di Frascati riceviamo e pubblichiamo.

"In occasione dell'odierna ricorrenza di San Giuseppe Calasanzio del 25 agosto, il pensiero si rivolge alla sua vita, al suo impegno per i piccoli e per l'Opera di Frascati. Ancora sono vivi il ricordo degli accadimenti di questa primavera e il dolore per la possibile chiusura della Scuola da lui costruita. Dolore reso ancor più intenso perché giunto proprio nella ricorrenza dei 400 anni dalla fondazione.

Anche se con ingiustificato ed enorme ritardo, sono finalmente arrivati gran parte dei fondi ministeriali dovuti all'Istituto che ha così potuto ripianare il bilancio.

E' stata quindi risolta la questione finanziaria (tutta apparente perché semplicemente indotta dai cronici ritardi burocratici del nostro Paese) e sgombrato il campo dagli ipotetici problemi contabili legati alla gestione erratamente considerata in perdita. Essi si sono manifestati palesemente pretestuosi.

Resta il problema “politico”, quello vero. Il danno di immagine è stato enorme, forse ancora recuperabile ma con grande sacrificio. Non impossibile. L'Associazione si interroga e chiede all'Ordine degli Scolopi, alla Chiesa, alle Istituzioni civili e laiche e soprattutto alla Città di Frascati se le Scuole Pie di Frascati devono realmente rimanere aperte con lo spirito e il carisma di sempre e cosa sono disposte a fare affinché ciò avvenga. Il nostro auspicio è che le donne e gli uomini di buona volontà prevalgano e sovvertano un destino che non vogliamo, non possiamo, non dobbiamo accettare.

Il nostro impegno proseguirà a fianco delle Scuole Pie di Frascati, delle maestre, dei bambini, delle famiglie e dei Padri affinchè la fiamma della speranza non si spenga e la scuola sopravviva almeno per altri quattrocento anni".