I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, Valle Violata: cittadini ancora una volta protagonisti. Mentre la politica dorme

GROTTAFERRATA (attualità) – Il caso mai trattato nei consigli comunali, partiti e movimenti silenti di fronte al grave problema. Per fortuna ci sono i residenti, come per Via Matteotti

ilmamilio.it

Valle Violata trema, i cittadini chiedono aiuto, scrivono alle autorità e la politica locale cosa fa? Muta, come sempre, davanti ai problemi reali. Esattamente come per Via Matteotti e altre situazioni ben più gravi. E il caso di Viale Vittorio Veneto sembra proprio esserlo visto che i residenti del posto hanno ben definito il proprio disagio: il tremore continuo delle loro abitazioni, simile a quello di decine di piccole scosse di terremoto. Per questo gli abitanti hanno scritto alle autorità e al Cotral per chiedere azioni ben precise: riqualificare la strada e limitare la velocità del passaggio dei mezzi pesanti secondo prescrizione di legge.

C’è da sottolineare che non è da oggi che il tema è materia di dibattito. Anche dalla nostra testata, in passato, abbiamo sottolineato il caso. Ebbene, a fronte di questo grido di allarme non una forza politica di minoranza e di maggioranza ha sentito la necessità, attraverso una comunicazione esterna, di sostenere la causa, fare una dichiarazione spontanea. Tutti allineati sul silenzio. Una tradizione, in una città ove ormai sono solo ed esclusivamente i cittadini più volenterosi ad alzare la voce e stimolare la discussione, ad arrivare prima sulle criticità.

I cittadini di Viale Vittorio Veneto sapranno giocare la loro partita nel miglior modo possibile. Così come hanno fatto quelli di Via Matteotti. Senza l’aiuto di esponenti politici molto bravi al bar o nelle loro conversazioni tra il Corso, Viale San Nilo e il Comune, ma poco meno sulle cose concrete. Salvo poi rincorrere il caso di turno con dichiarazioni di facciata e sempre dopo che le vicende emergono pubblicamente. 

L’augurio è che il chiasso si faccia sempre più forte, per fare in modo, ancora una volta, che le istituzioni locali e sovracomunali siano costrette a non a fare finta di nulla.

petra fiera 2019

consorzio ro.ma

mercatino grottaferrata ilmamilio

Commenti   

+1 #1 Oravla 2019-03-14 11:22
Buongiorno,
Abbiamo per politici locali dei veri statisti, che devono pensare e gestire le politiche nazionali e internazionali enon possono perdere tempo per queste problematiche di paese.
Citazione