I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata ‘buca’ i finanziamenti dello Stato per la messa in sicurezza del territorio e degli edifici

GROTTAFERRATA (attualità) – Bocciata una richiesta di 3 milioni di euro perché ritenuto ‘non coerente’

ilmamilio.it

Contrariamente a quanto accaduto in altri comuni dei Castelli Romani, quali ad esempio le vicine Frascati e Rocca di Papa, la città di Grottaferrata non avrà finanziamenti all’interno del Decreto Interdipartimentale 6 marzo 2019 per la Messa in sicurezza degli edifici e del territorio per interventi riferiti a opere pubbliche.

Leggi anche: Dallo Stato più di 10 milioni per Frascati e Rocca di Papa: per quali interventi? In elenco anche Artena e Nettuno

L’unica domanda presentata, di tre milioni di euro, è stata rigettata, perché – afferma il Ministero - “l'opera oggetto di richiesta del contributo non è coerente con la finalità della norma”. Un caso a sè nell’elenco con questa dicitura. Occasione mancata? Sembrerebbe proprio di sì visto che la norma è nata al fine di favorire gli investimenti nei comuni per interventi riferiti a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Non una bazzecola.

Solo per citare la vicina Frascati, che ha ottenuto oltre 5 milioni di euro, i soldi verranno investiti nell'adeguamento alla normativa antincendio Plesso Scolastico di Via Mamiani, la messa a norma antincendio delle Scuole Lupacchino e Vanvitelli, l’adeguamento alla normativa antincendio degli Asili Nido Comunali, il miglioramento sismico Plesso Scolastico di Villa Muti e Vanvitelli, il restauro conservativo delle balaustre e della scalinata di Villa Torlonia, la Messa in sicurezza e valorizzazione dell'area archeologica in località Cocciano, interventi di dissesto idrogeologico, piano di adeguamento e ristrutturazione degli immobili comunali.

Forse anche a Grottaferrata certi contributi avrebbero fatto comodo. Ma il paese non rientra in nessuno dei tre allegati del Ministro degli Interni dove appaiono paesi molti inferiori per popolazione nella provincia di Roma (un caso esemplare: Saracinesco, 175 abitanti e due milioni di euro ricevuti). 

consorzio ro.ma

petra fiera 2019

mercatino grottaferrata ilmamilio

 

Commenti   

0 #3 federicocarlofabio 2019-03-12 14:35
sono stati testimoni dell'unico periodo di proficua e competente stagione 2000/04 per numerosi e importanti finanziamenti "statali®ionali&provinciali"
e 2005, grazie al Commissario che lo ha concretizzato
"felici di essere smentiti" :D :lol: :-)
Dal 2005 ad oggi un susseguirsi di umilianti sentenze !
Dalla Corte dei Conti (2007 e 2012)
Dal TAR 2010 per il PRG del 2008 (bocciato per diffusi conflitti d'interesse)
Fallimenti continui 2010&2014&2017 per MISfatti senza soluzione di continuità
Anche nel 2000 non portarono a termine il mandato, ma almeno di una bella stagione ......di buone intenzioni
p.s. evitare di menzionare di essere capofila di qualcosa: un qualcosa che come unico comune, non aveva i requisiti, requisiti che aveva ed ha solo Marino
Un contratto di adesione che: noi non avremmo mai
accettato.... :oops: :eek: = la solita "malagòmania"
Citazione
+1 #2 maledettaprimavera 2019-03-12 13:47
è diventata la stagione che li scopre ancora più inadeguati al compito e più arroganti nel concionare con i finanziamenti
Se la richiesta è per una precisa e necessaria finalità, perché la risposta non è coerente?
Non solo è grave per coloro che hanno sbagliato, ma è umiliante per la Comunità che viene così male rappresentata
Siete rimasti solo VOI&LEGAnord a non riconoscere che la festa è finita da un pezzo
Dignitosamente dimettetevi 8)
Citazione
0 #1 grottaferratamia 2019-03-12 13:10
chi ha compilato la domanda? chi è responsabile della mancata occasione? quale politico della maggioranza ne risponderà?
Citazione