I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, ex Traiano: l’INC monitorata dall’Istituto di Vigilanza sin dall’autunno 2016

GROTTAFERRATA – Dalla nota sulla possibilità di alcune polizze contraffatte in Italia al deficit patrimoniale, fino alla decisione dell’Autorità di vigilanza bulgara. Un lungo procedimento

ilmamilio.it

Il caso dell’Ex Traiano si è complicato (ma lo è sempre stato). L’IVASS, ovvero l’Istituto di Vigilanza per le Assicurazioni, ha diramato e ha reso noto dunque che il 17 agosto 2017 l’Autorità di vigilanza bulgara (FSC) ha revocato l’autorizzazione all’esercizio dell’attività assicurativa nei confronti di ‘Insurance Company Nadejda Ad’, impresa bulgara che era abilitata ad operare in Italia in regime di libera prestazione di servizi nel ramo 15 – Cauzione, la stessa società che emise una fidejussione di quattro milioni di euro proprio nell’ambito dell’operazione dell’area prospiciente l’Abbazia di San Nilo.

Già il 13 luglio 2017 l’Autorità di Vigilanza bulgara aveva deciso di prorogare fino al 31 agosto 2017 le misure di salvaguardia antecedentemente adottate nei confronti della società, ovvero il vincolo sugli attivi patrimoniali; il divieto di concludere nuovi contratti di assicurazione; la nomina di un amministratore incaricato di verificare la esatta situazione finanziaria dell’impresa e assicurare che siano adottate le misure più appropriate a protezione degli assicurati e dei beneficiari italiani. Nel febbraio del 2017 sempre l’Istituto di Vigilanza aveva comunicato che era emerso un ‘deficit patrimoniale’ della società e che i colleghi bulgari avevano pertanto richiesto l’adozione delle opportune misure di risanamento. L’Ivass teneva sotto osservazione l’Insurance da alcuni mesi, tant'è che rendeva noto, nel 24 Novembre 2016, che l’impresa di assicurazione, con sede a Sofia, riscontrato in Italia alcune polizze fideiussorie contraffatte a proprio nome (leggi il comunicato). Al fine di consentire agli assicurati e ai beneficiari di verificare la genuinità delle polizze stesse, la stessa ICN aveva messo a disposizione i suoi indirizzi email ai quali scrivere anche in lingua italiana. Tutta la documentazione è facilmente consultabile partendo da questo comunicato stampa: https://www.ivass.it/media/comunicati/documenti/2017/ivcs062.pdf

La vicenda è di sicuro interesse. Durante la scorsa Giunta di centrodestra i movimenti di minoranza, sopratutto il M5S co l’ex consigliere comunale Maurizio Scardecchia, chiesero chiarimenti sulle fidejussioni dell’Ex Traiano, anche in un periodo antecedente a quello sopra descritto. Fatto sta che l’amministrazione comunale odierna dovrà sbrogliare ora la matassa al fine di avviare la sostituzione della fidejussione che risale al 22 dicembre 2016 (su una Convenzione stipulata nel marzo 2011) con un’altra polizza.

All’interno degli ambienti di minoranza, intanto, la vicenda, già al centro dell’attenzione, sarà materia di ulteriori approfondimenti e interrogativi (e interrogazioni). Da settembre sappiamo, dunque, che sarà l’Ex Traiano, con i suoi passaggi nel corso degli ultimi anni, a tenere banco nel dibattito politico criptense.

 

Commenti   

0 #5 ninobixxio 2017-08-25 18:52
attenzione la fideiussjone bulgara risale al 22 dicembre 2016 quando alla guida del comune c'era il commissario straordinario, e attenzione chi deve verificare che tutto funzioni alla perfezione in una pratica comunale sono: il dirigente del settore, il R.U.P. e il P:O., chi sorveglia che tutto funzioni secondo le direttive dl C.C. è l'assessore; chi controlla che non ci siano errori od omissioni sono i c.c.
quindi? povero popolo!!!
Citazione
0 #4 linsostenibile 2017-08-24 14:05
leggerezza degli eletti inadeguati!
I - illusionisti
N - narcisisti
A - accentratori
D - disastrosi
E - evanescenti
G - guastatori
U - utopici
A - altezzosi
T - turlupinatori
I - insostenibili
Non finisce un problema che se ne aggiunge un altro!
C'è la concreta ipotesi che ritorni un riscossore ESTERNO per i tributi comunali.
La destra populista aprì alla EQUIgrottaferrata tra il 2005\2010 e la sinistra fanfarona del 2010 la chiuse.
Una comunità vessata dalle cartelle false&pazze&doppie ....dopo aver svuotato i cassetti dei settori interessati.
Nell' ultima rendicontazione 2013 a fronte di 900.000,00 € riscossi l'agio per il privato fu del 50%!!
Nel 2014 la commissario disperata: qui non paga nessuno!
Nel 2017 con i CINICI&CIVICI paga solo il 10% dell'accertato !! #chevergogna
Avviso ai cinici naviganti: prima di affidare i crediti .... RIACCERTATELI come ha più volte chiesto il solo m.scardecchia
Citazione
0 #3 linsostenibile 2017-08-24 06:47
consumo seriale del suolo appartiene alle 30nnali DX&SX che con gli oneri di urbanizzazione gli hanno permesso di finanziare l'inefficienza burocratica e le spese correnti, facendo cadere anche una illusoria manna sulla municipalità per feste, sagre e rendere "aggratisr" il patrimonio ..... sportivo. Caro ff&gg parcellizzare i MISfatti ci fa perdere di vista quello che hanno procurato: una irreversibile???? mutazione genetica del territorio. Vuoto urbano e periferico è una scellerata realtà. Il suolo consumato e sprecato negli ultimi 20 anni è un insulto indegno&indecente. Ogni progetto dovrebbe partire da un presupposto: ZERO consumo di "nuovo" suolo ! E con esso focalizzare un "nuovo&sostenibile" progetto di interventi sul già costruito da abbattere e riedificare A NORMA ! Una sostenibilità da lasciare ai nostri figli!
Se i laureati in laterizia non DEMORDONO, la colpa è nostra, l' 81% non ha partecipato al voto!
Citazione
0 #2 cipensacantone 2017-08-23 13:40
+ si pubblicano i fatti e + questi diventano MISFATTI !
C'è voluto il m.scardecchia con il VECCHIO gruppo fatto di persone NON di spessore personale e ne spessore professionale a smascherarne gli interessi... non certo quelli dei cittadini.
Il Traiano rischia di diventare l'argomento=distrazione dalle emergenze giornaliere. Mancano pochi giorni alla riapertura delle scuole! Eletti&delegati onerosamente retribuiti con gli € dei cittadini, una domanda : LE SCUOLE SONO IN SICUREZZA ? Le altre strutture pubbliche SONO SICURE ? Fino a quale grado Richter ?
La gestione delle emergenze è conosciuta, aggiornata e continuamente collaudata ?
Se le risposte sono positive una PERIZIA GIURATA è conseguente!
arivederlestelle nel 2018 in Italia®ione
Citazione
0 #1 ninobixxio 2017-08-23 09:33
Traiano-exTraiano sindaci-exsindaci.
oggi che si fa? perché non si aprono i cassetti di tutta la vicenda e non si pubblica tutto il plico?
è ingiusto? non si può fare? c'è la privacy?
allora si invii tutto il faldone alla procura della repubblica.
forse non tutti sanno che sull'exTraiano già pende un esposto che speriamo abbia la sua continuità e porti luce sulla intera vicenda.
Citazione