I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

"Lo strappo di Emili e Anna Gentili non scalfisce il Pd di Rocca Priora"

ROCCA PRIORA (politica) - Una nota dopo il direttivo che sancisce la spaccatura con la componente che è confluita nel manifesto firmato con esponenti di minoranza e che, con ogni probabilità, porterà a sindaco proprio la Gentili

ilmamilio.it - nota stampa

Ieri si è riunito il direttivo del Partito Democratico di Rocca Priora, convocato all’indomani dello strappo consumato dai consiglieri Anna Gentili ed Eugenio Emili che, in un documento diffuso dagli organi di stampa, hanno dato vita insieme ai consiglieri comunali di minoranza Zorani, Fioritto, Mastrella e Antonio Pucci, ad un progetto politico amministrativo denominato “Rocca Priora Civica”, con l’adesione  dell’assessore Claudio Fatelli e del consigliere Pezzetta.
 
LEGGI Amministrative 2019: nasce “Rocca Priora civica”. Documento sottoscritto da Gentili, Pucci e Mastrella
 
Nella primavera di quest’anno - dopo 10 anni di amministrazione targata Pd /Udc -, fanno sapere dal direttivo del partito democratico, le cittadine e i cittadini di Rocca Priora saranno chiamati a rinnovare gli organi dell’Amministrazione comunale.  A questo appuntamento il Circolo cittadino del Partito Democratico si prepara con impegno e determinazione e intende presentare una proposta programmatica unitaria. Vuole avviare, a tale riguardo, una serie di consultazioni con le altre forze politiche e con le aggregazione sociali presenti sul territorio.
 
 mercatino grottaferrata ilmamilioIl Partito democratico di Rocca Priora è consapevole che occorre interpretare una nuova e delicata fase, da gestire con grande senso di responsabilità: non si tratta, infatti, solo di individuare un candidato Sindaco e di scrivere un programma, ma di guidare un processo molto più profondo. Vi è la necessità, soprattutto, di ricreare una connessione reale con la comunità, interpretandone i cambiamenti e le inquietudini; occorre riconquistare la fiducia dei cittadini proponendosi come elemento vivo, capace di indicare la direzione di sviluppo da seguire per costruire percorsi di elaborazione culturale e programmatica.
 
Per questi motivi,  dopo aver preso atto della novità politico – amministrativa appresa nei giorni scorsi dagli organi di stampa, il Partito  intende proseguire per la strada già tracciata e condivisa in questi anni, ampiamente descritta nel documento politico votato all’unanimità il 25 gennaio scorso. 
 E’ per quanto premesso – chiude il locale direttivo -  che “crediamo necessario incontrare le componenti politiche e sociali del nostro comune per condividere la possibilità di costruire una impostazione e un programma comune. Verificheremo insieme con tutti le condizioni per individuare unitariamente la figura che avrà il compito di guidare il nuovo ciclo amministrativo: la coalizione è tale se riesce a fare sintesi su di un programma per la città credibile e praticabile, a breve e lungo periodo”.
posturale scuolePie1 frascati