I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Il 10 febbraio Castel Gandolfo Marcia per la Pace per le vittime di Propaganda Fide e delle Foibe

 

CASTEL GANDOLFO (attualità) - Le amministrazioni di Albano Laziale e Castel Gandolfo insieme

ilmamilio.it

Sono passati 75 anni da quando la mattina del 10 febbraio 1944, poco dopo le 9.30, le città di Castel Gandolfo e Albano Laziale finirono sotto il bombardamento aereo da parte degli Alleati. Un tristissimo episodio della nostra storia legato agli avvenimenti della Seconda Guerra Mondiale e, a causa di cui, morirono circa 500 civili che avevano trovato rifugio nel Collegio di Propaganda Fide e a Villa Barberini. Due luoghi, all'interno del complesso delle Ville Pontificie che, dopo l'Armistizio dell'8 settembre del 1943 e lo sbarco alleato ad Anzio nel gennaio del 1944, erano considerati sicuri dato il loro status di extraterritorialità. 

Una tragedia che ogni 10 febbraio le città di Castel Gandolfo e Albano Laziale e l'Associazione Vittime dei bombardamenti di Propaganda Fide ricordano con una marcia della pace per le vittime del bombardamento di Propaganda Fide, a cui si lega anche il ricordo di tutti i martiri delle Foibe e dell'esodo Giuliano Dalmata, avvenuto tra il 1943 e il 1947.

Programma della commemorazione

ore 14.45: Piazza della Libertà - raduno e preparazione del corteo
ore 15.00: Entrata e attraversamento dei giardini vaticani da via Massimo D’Azeglio 
ore 15.45: Entrata del corteo nel palazzo di Propaganda Fide
ore 16.00: Preghiera in memoria delle vittime
ore 16.15: Ricordo e testimonianze

 L'Amministrazione Comunale invita tutti i cittadini a partecipare.