I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, Lega: "Per il Giorno del Ricordo delle foibe ci auguriamo iniziativa Giunta"

 

GROTTAFERRATA (attualità) - Appello all'amministrazione Andreotti

ilmamilio.it

Comunicato stampa Lega- Salvini Premier:

"Lunedì prossimo, come ogni 10 Febbraio dall'approvazione della Legge avvenuta nel 2004, si celebrerà il "Giorno del Ricordo" per conservare e rinnovare «la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le quasi 20 mila vittime delle foibe e gli oltre 350 mila esuli dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato secondo dopoguerra(1943-1945)", memoria oscurata volutamente per troppo, troppo tempo seguendo il canovaccio classico della storia raccontata dai vincitori.  La pulizia etnica voluta dal maresciallo comunista Tito non ebbe sosta trovando l'appoggio della sinistra italiana e con l'apice raggiunto nel 1969 con il Presidente della Repubblica Saragat che conferì a Tito l’onorificenza di «Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana", onorificenza che Napolitano si rifiutò di cancellare nel 2011. Ma ci sorprende poco.

Sinceramente ci aspettavamo che, così come giustamente fatto per la Giornata della Memoria, il Sindaco Andreotti mostrasse la stessa sensibilità per questa tragica ricorrenza che ha toccato il popolo italiano e che si adoperasse con la stessa corretta solerzia mostrata in altre occasioni per inviare una lettera ai docenti delle scuole del nostro comune.

Crediamo che le parole seguenti scritte dal Sindaco ai docenti per la Giornata della Memoria, giustamente, potevano essere ribadite "rivolgendo un caloroso invito alla sensibilizzazione della popolazione studentesca grottaferratese sulla ricorrenza attraverso le iniziative che si riterranno più opportune al fine di rendere edotti i ragazzi sui terribili eventi accaduti nel periodo storico oggetto della commemorazione". Diceva qualche giorno fa il Sindaco: “E’ nostra convinzione – scrive il primo cittadino – che nessuna occasione debba essere trascurata per riaffermare i valori di solidarietà verso i più deboli e contro ogni forma di discriminazione e violenza garantiti dalla nostra Costituzione”. Quindi rivolgendosi espressamente ai docenti Andreotti conclude il messaggio: “Ogni giorno dedicate la vostra vita a formare i nostri giovani per farne cittadini maturi e consapevoli. E di questo l’intera Amministrazione comunale vi è profondamente e sinceramente grata. Vi ringraziamo anticipatamente per quanto vorrete fare anche in questa occasione”.

Clicca sull'immagine per scoprire Bcc dei Castelli Romani e del Tuscolo

Stranamente tutto ciò non è accaduto e se è stato giusto il richiamo del Sindaco alla Costituzione, gli ricordiamo sempre nel rispetto della Costituzione che l'istituzione del "Giorno del Ricordo" è legge dello Stato, la n. 92 del 30 Marzo 2004 (magari fosse sfuggita .....) e che merita la stessa dignità riconosciuta ad altre ricorrenze.

Il negazionismo imperante sul tema delle Foibe purtroppo come dimostrano alcune cellule dell'ANPI, soprattutto a Parma, obbliga tutti a vigilare affinché non vi siano concessioni di comodo sull'uso della memoria e del ricordo, ed è per questo che rimaniamo delusi da quella che vogliamo credere essere solo un'assenza di sensibilità, comunque grave, da parte del Sindaco di Grottaferrata e di chi standogli accanto dovrebbe consigliarlo. Attendiamo fiduciosi!".

Commenti   

0 #1 grottaferratamia 2019-02-07 14:26
aspetta e spera...
Citazione