I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, Vivace Furlani: ambizioni di alta classifica per gli Under 17 di mister Salvischiani

GROTTAFERRATA (calcio) - Tre punti fondamentali

ilmamilio.it

Vittoria convincente degli Under 17 Provinciali della Vivace Furlani 1922, che hanno superato 3 – 1 il CSV Breda. In gol al comunale di Via degli Ulivi Santelmone con una doppietta e Pucci. Tre punti fondamentali per i criptensi che raggiungono quota 22 punti al quarto posto a tre lunghezze dal terzo. Soddisfatto il tecnico Raffaele Salvischiani: «Una vittoria importante arrivata contro un’ottima squadra, peraltro diretta concorrente per le posizioni di alta classifica. Venivamo dalla convincente vittoria esterna contro il Valmontone e, nonostante diverse assenze, abbiamo confermato di essere un gruppo solido ed in progressiva crescita. Siamo molto soddisfatti per l’approccio mentale alla gara e per il gioco messo in campo. Abbiamo dato dimostrazione di saperci sacrificare ed impegnarci al massimo. Un elogio particolare – ha aggiunto Salvischiani – va a quei ragazzi che fino ad ora sono stati meno impiegati e che hanno dato dimostrazione di essere pronti quando chiamati in causa. Ottime le prestazioni del nostro portiere Baroni, che ha salvato il risultato con il Breda grazie a due interventi decisivi, del capitano Campobasso arricchita dagli assist per i gol di Santelmone e Pucci. Peccato in questo caso per il doppio giallo. Sono orgoglioso di allenare un gruppo di giovani calciatori che stanno dimostrando di avere voglia di arrivare ad ottenere un risultato finale importante per questa società».

Clicca sull'immagine per scoprire Bcc dei Castelli Romani e del Tuscolo

Un gruppo solido e affiatato, come descritto dal dirigente Antonello Venanzi: «Per me è un piacere e un onore lavorare con questa squadra. Alcuni di loro li ho visti crescere sin dalla categoria dei Primi Calci. I nuovi arrivati, invece, si sono totalmente integrati. La mia più grande soddisfazione è quella di essere riuscito  ad ottenere dai ragazzi lo stesso rispetto e la stessa considerazione che io nutro per loro.  Riguardo il campionato, mi piace il fatto che tutti hanno dato,  e danno tuttora,  tutto il loro sforzo e il cuore per questa maglia e per la squadra. Ho notato compattezza e spirito di gruppo, i ragazzi si aiutano l'un l'altro e stanno facendo molto bene. La speranza da dirigente è quella di giungere tutti insieme alla fine del campionato di poter alzare il trofeo dell’unione, dell’amicizia e del gioco di squadra. “Con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”».