I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Marino, D’Azeglio: spunta la “manina” che avrebbe manomesso la caldaia. Oltre la fantascienza

MARINO (attualità) - Una questione di fondo tutta da affrontare
 ilmamilio.it
Assumerebbe le tinte del giallo la rottura della caldaia della scuola Massimo D’Azeglio, che ha lasciato al gelo centinaia di studenti da lunedì scorso costretti addirittura a turnazioni pomeridiane inedite per portare avanti l’attività didattica. Non sono bastate le rassicurazioni e precisazioni pubbliche, spontanee ed isolate, del vicesindaco Paola Tiberi che ancora una volta ci ha messo la faccia a fronte di un’Amministrazione comunale latitante (a partire dal sindaco silente sul punto).
carne fresca
In queste ultime ore si sarebbe diffusa in città la voce, alcuni dicono messa in circolo proprio da Palazzo Colonna, che la caldaia sarebbe stata manomessa da ignoti manigoldi. Secondo vox populi, sarebbero state informate dell’accaduto anche le Forze dell’Ordine (informazione che non trova riscontri, al momento). Insomma, dopo la manovra, la “manina” è intervenuta pure sull’impianto di riscaldamento della scuola Massimo D’Azeglio.
La vicenda della D’Azeglio non può esistere nel 2019. Nell’era dell’alta tecnologia una riparazione non può avvenire dopo quattro – cinque giorni, soprattutto se si tratta di una scuola.
 Basta chiacchiere, si intervenga seriamente.
sfaccendati190109