I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Grottaferrata, deliberati gli indirizzi per l’organizzazione della Fiera 419. La Regione riporta la qualifica di ‘Nazionale’

Risultati immagini per il mamilio fiera grottaferrataGROTTAFERRATA (attualità) – Le date saranno dal 23 marzo al 31 marzo

ilmamilio.it

L’organizzazione della 419a Fiera di Grottaferrata prende ufficialmente il via. La Giunta comunale ha approvato la Delibera inerente gli ‘Indirizzi per la realizzazione, organizzazione, promozione della manifestazione”. I tempi sono stretti (lo scorso anno il Bando ufficiale uscì alla fine di novembre 2017): poco più di due mesi per ultimare tutte le procedure e avviare, come da tradizione, la manifestazione.

Decise le date, in linea con la tradizione: 23-31 marzo. Una lieta notizia: la Regione Lazio ha attribuito nuovamente la qualifica di ‘Nazionale’all’evento dopo il declassamento annunciato per l’edizione dello scorso anno tra polemiche ad alcuni contorni mai del tutto chiariti.

Leggi (marzo 2018): La Fiera di Grottaferrata declassata. Non è più Nazionale.

Leggi (luglio 2018): Grottaferrata, la Fiera da ritrovare. Il futuro da scrivere, l'idea ‘Fondazione’ e il ‘giallo’ del declassamento: in quale anno è avvenuto?

Tornando al tema principale, i riferimenti base dell’edizione 2019 sono stati messi neri su bianco: l’ingresso ai visitatori, come da quattro anni a questa parte, sarà gratuito; la tariffa massima per la vendita degli spazi non supererà 110 euro al mq per le aree all’interno della tendostruttura e 70 mq per i gazebo esterni; all’interno dell’area superiore sarà posizionata la tradizionale zona per gli eventi organizzati dal Comune.

Clicca sull'immagine per scoprire Bcc dei Castelli Romani e del Tuscolo

Lo schema tecnico: 4mila i mq destinati alle tendostrutture, 20% della superficie sarà destinata al settore gastronomico, il 45% all’artigianato e alle imprese iscritte all’albo delle imprese artigiane, i 10% alla tecnologia. Nell’ambito dell’affidamento del soggetto destinato alla Fiera è inclusa la gestione del sito web, il supporto della gestione creativa, della comunicazione, della progettazione del materiale informativo, la realizzazione dell’Ufficio stampa della Fiera in coordinamento con l’Ufficio stampa del Comune, vari stand dedicati a iniziative comunali, degustazioni, eventi culturali.

Dunque, si parte. 

carne fresca

 


Commenti   

0 #2 seperlegiostre 2019-01-11 14:11
lo avevano pronosticato vincente in caso di nuove elezioni
Dopo la riassegnazione :eek: :eek: del titolo nazionale ;-)....... la farsa è servita
Citazione
0 #1 grottaferratamia 2019-01-11 04:45
mi auguro che non sia tardi x organizzarla al meglio
Citazione