I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

"Scuole belle, brutte, sicure... e le temperature?". SGB diffida i Dirigenti e scrive alle ASL di Roma

CITTA' METROPOLITANA (attualità) - La riflessione del sindacato

ilmamilio.it

Le dichiarazioni del Sindacato Generale di Base sulla situazione scolastica a Roma e provincia:

"Ogni anno è peggio! Ogni anno che passa le condizioni delle scuole peggiorano da tutti i punti di vista: per una che si tiene in piedi due stanno per crollare.

Collaboratori Scolastici, Amministrativi, Tecnici e Docenti sono sempre più anziani e in numero inferiore alle necessità e sotto pagati; non bastano le mancette ai più bravi fedeli ai Dirigenti per coprire i buchi. Sembra che neanche i ca 500 euro di aumento ai Dirigenti riesca a far ripartire le caldaie o a riparare le porte o i bagni.

carne fresca

Le scuole, specialmente nelle periferie, hanno subito un degrado che sempre più a fatica si riesce a coprire nei giorni di presentazione degli “Open Day”, in occasione delle caccia alle iscrizioni. Tanta fatica e poi l’Ufficio Scolastico Regionale continua a tagliare e costringe le scuole ad avere classi pollaio o a cacciare gli studenti.

Se è vero che i cambiamenti climatici stanno provocando tanti danni, le stagioni non sono più quelle di una volta, per i Dirigenti e le istituzioni che devono controllare l’inverno è un evento sempre “eccezionale” e l’estate e il caldo è un fatto “straordinario”.

Al solito la Legge esiste: il DM 1975 stabilisce a 20° (+-2°) C la temperatura negli ambienti scolastici e il Dlgs 81/08 la responsabilità dei Dirigenti (datori di lavoro) di far funzionare tutto. Non solo, la Corte di Cassazione nel 2015 ha anche riconosciuto il diritto dei lavoratori di lasciare il posto di lavoro nel momento in cui le temperature non permettono lo svolgimento delle proprie mansioni.

Non si potevano spendere i 700 mila euro per le telecamere di Salvini e i corsetti sulla legalità per far rispettare le norme alle scuole e tenere alla salute di tutti?

La sindaca Raggi (anche della Città Metropolitana) non poteva porre la domanda al Ministro e magari trovare qualche soldo anche per le derattizzazioni prima di firmare quel Protocollo con la Prefettura?

Decenni di tagli fatti da tutti i Governi sulla scuola la stanno portando al collasso, tocca a noi che ci viviamo iniziare a riprenderci la dignità e riconquistare i nostri diritti, anche pretendendo il rispetto dalle leggi da chi dovrebbe vigilare e controllare.

SGB ha diffidato i DS, scritto alla Città Metropolitana, alle ASL ma non basta:

SGB, invita i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza ad intervenire e fare tutte le segnalazioni del caso, lo stesso possono e devono farlo i lavoratori, gli studenti e i genitori.

SGB è disponibile a dare ogni indicazione e supporto necessario.

LA SICUREZZA NON È UNA TELECAMERA

ma un AMBIENTE SANO e SERENO

PIÙ SALARI PER I LAVORATORI, PENSIONE A 60 ANNI, PIÙ ASSUNZIONI, PIÙ FINANZIAMENTI: COSI SI DIFENDE IL DIRITTO ALLO STUDIO"