I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lanuvio: la consigliera Gabriella Ferrari rende omaggio a Mussolini, l'opposizione ne chiede le dimissioni

ferrari gabriellaLANUVIO (politica) - Bufera politica in Aula consiliare

ilmamilio.it - nota stampa

Dalla lista Lanuvio Unita Verso il Futuro, riceviamo e pubblichiamo.

"È apparso sui social, nei giorni scorsi, un post sconcertante della consigliera comunale di Lanuvio Gabriella Ferrari con il quale rende omaggio ad un personaggio che ha scritto la pagina più buia della storia d’Italia.

Un personaggio che si è distinto per le persecuzioni, i crimini e le nefandezze che ha commesso nel ventennio della sua dittatura e che hanno portato al nostro paese solo sacrifici umani e dolore.

carne fresca

Dichiarazioni ancor più gravi e vergognose poiché fatte da una persona che ricopre una carica istituzionale che, vogliamo ricordarlo a questa consigliera, significa, oltre che svolgere con onestà e competenza l’attività amministrativa per la quale si è stati eletti, rispettare e diffondere i principi ed i valori dettati dalla nostra Costituzione Repubblicana. Costituzione nata dalle macerie della guerra e del fascismo.

Abbiamo aspettato qualche giorno a condannare pubblicamente l’accaduto nella speranza che il Sindaco e la Giunta si schierassero apertamente contro queste dichiarazioni che infangano la storia di Lanuvio e l’alto tributo di sangue pagato dal nostro paese con la guerra e le persecuzioni fasciste.

Ma purtroppo, come sempre accade, silenzio assoluto.

Quindi, come Gruppo Lanuvio Unita Verso il Futuro, presenteremo nei prossimi giorni, in tempo utile per il prossimo consiglio comunale, una Mozione che dichiari Lanuvio un paese antifascista e che stabilisca che nessuno spazio pubblico debba essere concesso ad organizzazioni neofasciste; contestualmente verrà presentata una richiesta ufficiale di dimissioni della Consigliera che, a nostro avviso, non merita più di sedere tra i banchi del Consiglio Comunale e di rappresentare la cittadinanza di Lanuvio".

petra frascati 1809