I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati: Mastrosanti, "separato in casa" alla disperata ricerca di alleati da raccattare

mastrosanti duffiziFRASCATI (politica) - Il finalmente ufficializzato passaggio di Privitera in maggioranza dà fiato ad un sindaco coi numeri stretti. A quale prezzo?

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Dopo mesi di amoreggiamento e di appoggio esterno conclamato e certificato dalla ripetuta alzata di mano a "stampella" del presto amico Roberto Mastrosanti, il consigliere Peppe Privitera è finalmente volato tra le braccia di una maggioranza dove però ad accoglierlo ha trovato tanti musi lunghi e qualche sorriso.

LEGGI Frascati, il consigliere Privitera passa in maggioranza. "Condivisi programmi e visione della città"

Privitera ha solo formalizzato quello che a Frascati tutti sapevano da mesi ed ora bisognerà solo capire, fino in fondo, quale sia il costo politico di questo sostegno vitale per Mastrosanti. Di voci in giro ne corrono già parecchie ed alcune, tenersi forte, passano anche ovviamente per la poltrona della Azienda speciale Sts.

Lo dicono anche i sassi. Lo sapevano anche i sassi che Beppe Privitera, non nuovo a pindarici voli politici, amoreggiava col povero Mastrosanti da mesi.

carne fresca

Bcc Castelli Romani Tuscolo

Povero, Mastrosanti, lo è politicamente davvero. Perché è riuscito nell'improbabile impresa di riuscire a litigare con oltre la metà dei suoi consiglieri di maggioranza. 2 li ha persi per strada (Gherardi De Candei e Cimmino, e lo martelleranno da qui alla fine), uno lo sta cercando di trattenere a bastone e carota (Forlini, che si sente assessore da mesi senza ancora esserlo anche se in agenda ci sarebbe nel prossimo Consiglio comunale la surroga con Olga Masi), e con uno - il più pesante - ha litigato nei giorni scorsi per questioni di poltrone e di ruoli.

Proprio quel Franco D'Uffizi che, già presidente del Consiglio assolutamente sui generis per aver per grazia (di Mastrosanti) ricevuto deleghe decisamente inopportune per il suo ruolo (Sicurezza e Personale) di Mastrosanti è sempre stato il più fedele scudiero.

petra frascati 1809

Ebbene, oggi il sindaco (dal quale si attendono risposte su Sts, ma anche sulla ZTL - in concorso con Marziale - , Bilancio, decoro, campo sportivo, viabilità e via dicendo), è in piena campagna acquisti.

Deve fare molto in fretta, Mastrosanti, perché il tempo vola e i numeri sono stretti. Perché, poi, le poltrone non sono infinite e stare per ancora 3 anni e mezzo tirato per il bavero (noblesse oblige) da almeno 3 parti, non sarà facile.

Un sindaco che insomma - Mario Gori a parte, uno di quelli che ha il bavero del sindaco tra le mani - è stato tra i pochi a sorridere a Privitera.

Privitera che, a quanto si dice, ha già messo in chiaro il suo costo politico: e non si cadrà lontano da quanto visto negli anni passati. Qundo si dice: certi amori non muoiono...

sfaccendati181218magico natale2018