I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lavoro agile e smart working, la Città metropolitana c'è

ROMA (politica) - L'Ente è tra le Amministrazioni che sperimentano il progetto proposto dalla Presidenza del Consiglio dei ministri

ilmamilio.it - nota stampa

La Città metropolitana di Roma Capitale partecipa alla prima giornata di “Lavoro agile” di Roma, promossa dalla Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento Pari Opportunità. Con la prima giornata di Lavoro Agile di Roma si darà avvio alle attività di promozione del progetto “Lavoro Agile per il futuro delle P.A., finanziato con fondi europei in particolare dal Programma Operativo Nazionale (PON).

Il finanziamento predisposto di oltre 5 milioni di euro garantirà la sperimentazione e attuazione del Lavoro agile su tutto il territorio nazionale coinvolgendo 25 Amministrazioni pubbliche italiane, tra queste la Città metropolitana di Roma Capitale.

carne fresca

"Attraverso questa prima giornata del Progetto "Lavoro Agile" – dice il consigliere delegato allo Sviluppo Economico e Personale di C.M. Carlo Colizza - vogliamo sensibilizzare i dirigenti e i lavoratori, gli imprenditori ed opinione pubblica, sui vantaggi di un cambiamento culturale della Pubblica Amministrazione che conduca alla diffusione di nuove modalità organizzative di lavoro moderne e flessibili. Lo smart working, implementando le politiche di benessere organizzativo, infatti, ha portato in generale un aumento della produttività, una riduzione delle assenze dal lavoro, una riduzione del traffico cittadino ed emissioni di CO2 e un miglioramento generale della qualità di vita legato anche al risparmio di tempo e stress nel tragitto casa-lavoro".

petra frascati 1809

"Abbiamo aderito a questo importante progetto, mettendo a disposizione delle postazioni nella nostra sede operativa di Via Ribotta e Viale Manzoni e comunque vigileremo affinché i diritti dei lavoratori siano garantiti. Supportando la diffusione di una diversa modalità di esecuzione lavorativa, che fa leva sulle nuove tecnologie,  si produrrà un impatto positivo sui lavoratori e le lavoratrici anche in termini di rafforzamento delle pari opportunità.”

sfaccendati 181212