I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Ancora rifiuti, i Guardiaparco constatano un’altra violazione ambientale

Risultati immagini per guardiaparco castelli romaniMARINO (attualità) - Questa volta è un terreno privato

ilmamilio.it

I Guardiaparco del Parco regionale dei Castelli Romani hanno individuato l’ennesimo sito interessato dall’abbandono di rifiuti, con un cumulo di circa 9 metri cubi di rifiuti di varia tipologia abbandonati in area boscata, precisamente in un terreno privato di Marino, dove era accatastato materiale di ogni genere, compreso amianto. Una volta individuato il proprietario del terreno e i responsabili dell’illecito, la comunicazione di notizia di reato è stata trasmessa alla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Velletri. 

I reati contestati dai Guardiaparco rientrano nell’art. 256 del D.Lgs. 152/2006 – “Norme in materia ambientale” – nello specifico l’articolo prende in considerazione l’attività di gestione di rifiuti non autorizzata che prevede a seconda della gravità del reato, ovvero se si tratta di rifiuti non pericolosi o pericolosi, sanzioni che vanno da 2mila a 26mila euro e l’arresto da tre mesi a due anni.