I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Il campo nomadi 'La Barbuta' arriva in Presidenza del Consiglio

 

CIAMPINO (attualità) - L'interesse di Gabriella Sisti

ilmamilio.it

All’indomani della firma del “Piano d’azione per il contrasto dei roghi di rifiuti”, firmato a Caserta  da il Presidente Conte, i due Vicepremier e 7 ministri, la Consulta della tutela del malato, presieduto da Gabriella Sisti, scrive al Presidente del Consiglio per chiedere l’estensione del piano d’azione anche ad altre zone colpite da roghi di rifiuti tossici. E’ il caso del campo nomadi la Barbuta che proprio martedi ha fatto registrare  l’ennesimo episodio di rogo tossico.

"Il Piano -afferma Gabriella Sisti -prevede che a Gennaio un disegno di legge organico dovrebbe estendere le misure a livello nazionale. In questo piano viene previsto , come da noi richiesto più volte al Ministro dell’Interno il rafforzamento dell’impiego dell’esercito per presidiare i siti più a rischio, l’impiego sul territorio dei vigili del fuoco, delle forze di polizia e dei carabinieri specializzati con funzioni di intelligence, nonché l’utilizzo dei droni e dei satelliti"

La Sisti continua: "Ma la novità che accogliamo con grande gioia e per la quale ci siamo tanto battuti con il nostro Comitato Scientifico è il monitoraggio dello stato di salute dei cittadini attivando una fitta rete di medici di base dotando loro di un sistema informatico in grado di fare finalmente uno screening preciso e puntuale delle patologie legate all’inquinamento in modo da individuare e bonificare le zone a rischio. Insomma, - chiosa- speriamo che si metta in piedi finalmente una rete che tuteli realmente la salute dei nostri cittadini; se non verrà  attivata questa rete di prevenzione, i costi della sanità  saranno sempre più elevati e a farne le spese saranno sempre i più deboli economicamente".

carnefresca cocktail