I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Castel Gandolfo: concluso l’iter per il Piano di edilizia economica e popolare Le Mole

CASTEL GANDOLFO (politica) - Bavaro: "Un Piano che la nostra città attendeva dalla bellezza di 34 anni"

ilmamilio.it

Ieri il Consiglio comunale di Castel Gandolfo ha concluso, con l'assegnazione degli ultimi tre lotti di edilizia pubblica, l'iter amministrativo del Piano per l'edilizia economica e popolare Le Mole.

Iniziato nel 2014, con l'adozione in Consiglio comunale e proseguito con la definitiva approvazione della Regione Lazio nel giugno del 2016, tale Piano di Zona prevede la realizzazione di 80 alloggi in edilizia convenzionata e di 28 alloggi di edilizia, così detta, libera frutto della perequazione compensativa raggiunta con i privati che hanno ceduto i terreni, dove il piano è stato realizzato, all'amministrazione.

sfaccendati 18 11 29

 

 

 

 

 

 

 

Piena la soddisfazione dell'Amministrazione gandolfina e dell'assessore all'urbanistica Cristiano Bavaro: "Con l'assegnazione di questi 3 ultimi lotti di edilizia pubblica, risultato del bando pubblicato nel febbraio del 2017, si conclude definitivamente l'impegno del Consiglio comunale di Castel Gandolfo nella realizzazione del Piano di edilizia economica e popolare Le Mole. Edilizia economica e popolare che, mi preme sottolineare, mancava a Castel Gandolfo, da ben 34 anni! Una risposta importante per le esigenze abitative dei nostri concittadini ed una soddisfazione personale per il sottoscritto. In questi 4 anni tante parole vuote, e non solo, sono state pronunciate su questo Piano. Si è tentato in tutti i modi di screditare l'operato dell'amministrazione, e del sottoscritto, attraverso mezzi che nulla hanno a che vedere con il confronto, seppur serrato ed aspro, politico".

petra frascati 1809

"Ma il tempo è sempre galantuomo e tutte queste azioni si sono risolte in un nulla di fatto e ieri, in Consiglio comunale, è stata una mia soddisfazione personale poter leggere alcuni brani di un Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica, presentato lo scorso anno per ottenere l'annullamento del piano medesimo, e che, respingendo il ricorso stesso, ha definito l'operato dell'amministrazione come "legittimo, ragionevole e privo di arbitrarietà essendo stata data puntuale attuazione, anche nell'iter procedimentale seguito, alle norme di legge e regolamentari”. Così adesso 80 famiglie castellane vedranno realizzato il proprio sogno di avere una prima casa a Castel Gandolfo”. Questo va ad aggiungersi alla definitiva approvazione del nuovo Piano Regolatore di Castel Gandolfo che la città attendeva da molto tempo. “Dopo 10 anni di "riposo" negli archivi della Regione Lazio - prosegue l'assessore Bavaro - questa amministrazione è riuscita a far definitivamente approvare il nuovo Piano Regolatore. Ora finalmente potremo lavorare concretamente per dotare, delle necessarie infrastrutture, le frazioni di Mole e di Pavona".

carnefresca cocktail