I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Torna a volare nei Castelli Romani la Poiana ferita da un’arma da fuoco

CASTELLI ROMANI (attualità) - Una bella notizia

ilmamilio.it

È stata liberata oggi dai Guardiaparco del Parco dei Castelli Romani, presso l’area del Vivaro, la Poiana soccorsa lo scorso mese di ottobre, che riportava ferite procurate da un’arma da fuoco. Affidata alle cure esperte del dottor Umberto Cara, del Centro di Recupero per la Fauna selvatica: “Il Nostro Regno degli Animali”, che ringraziamo per la professionalità e la disponibilità, il rapace dopo la riabilitazione ha spiccato di nuovo il volo.

carne fresca

Durante la liberazione, il volo della Poiana è stato messo a dura prova da un gruppo consistente di cornacchie che hanno tentato di attaccarla, un comportamento abbastanza naturale conosciuto come mobbing, che viene messo in pratica dagli uccelli preda per scoraggiare i predatori. La Cornacchia (Corvus corone cornix) molto diffusa ovunque, non è tra le specie a rischio di estinzione in quanto possiede una spiccata capacità di adattamento alle trasformazioni ambientali apportate dall’uomo. Presente in abbondanza anche all’interno del Parco dei Castelli Romani, riesce spesso a mettere in difficoltà anche i grandi rapaci sfruttando l’azione di gruppo.