I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati, don Baldassare Pernice festeggia i 50 anni sacerdozio al servizio degli "altri"

pernice baldassareFRASCATI (attualità) - Il sacerdote siciliano ha alle spalle una lunghissima attività nelle fabbriche e nel volontariato. Ex direttore della Caritas diocesana è da qualche anno parrocco di San Giuseppe Lavoratore a Cocciano

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Un prete da strada, un prete al servizio degli altri, al servizio spesso degli ultimi. Un prete a tratti scomodo, presente: un prete, un sacerdote, sarebbe più giusto dire, da battaglia.

Don Baldassare Pernice, siciliano di Mazara, celebra domenica i suoi 50 anni di sacerdozio: ordinato proprio il 4 novembre del 1968 nel santuario della "Madonna del Paradiso" dal vescovo monsignor Mancuso, già pochissimi giorni dopo è al "lavoro" a Roma.

 Bcc Castelli Romani Tuscolo
carne fresca

Proprio tra la Capitale e quindi ai Castelli romani, don Baldassare - oggi 73enne - svolge la sua attività: nelle fabbriche, come prima frontiera, quindi gradualmente aprendosi al mondo del volontariato. Con l'ascolto, tanto ascolto, e seminando parole e soprattutto azioni di sostegno. Gesti concreti. Un sacerdote da battaglia, abituato da sempre a "sporcarsi" le mani per metterle al servizio degli altri.

Nel novembre 1976 entra nella diocesi tuscolana, diventando parroco del "Cristo Re" di Morena: il suo impegno nelle fabbriche, anche da sindacalista FIM-Cisl non cessa ed anzi si rafforza. Tappe di vita, all'insegna di una missione sacerdotale sorretta da una fede rocciosa e profonda che non diventa mai, nell'azione di don Baldassare, misticismo quanto azione concreta. Sua l'iniziativa, nel 1991, di costituire l'associazione Appha per la promozione e la tutela dei disabili: suoi i progetti dei centri di ascolto e di accoglienza, degli osservatori, della "Casa verde", con particolare attenzione per gli immigrati e gli "ultimi".

"...E camminava con loro" è il titolo del libro che don Baldassare ha voluto realizzare, con incasso devoluto proprio alla Appha ed alla fattoria socio-didattica "La collina degli asinelli" di Monte Compatri: un titolo che incarna, fino al midollo, il senso della missione di un sacerote senz'altro sui generis e fuori da ogni schema.

Nel maggio 1996 inizia il suo incarico da direttore della Caritas diocesana di Frascati: ed è un fiorire di progetti di accoglienza, di ascolto, di supporto e di sostegno che non sono mai assistenzialismo fine a se stesso ma sempre percorso teso all'integrazione, sociale e lavorativa.

Poi il rientro nelle parrocchie ma non prima di aver contribuito alla costituzione della Ats, associazione tuscolana di solidarietà: prima presso la "San Camillo de Lellis" di Grottaferrata, quindi la parrocchia del Sacro Cuore ai Campi di Annibale, a Rocca di Papa (2011) ed infine, esattamente 7 anni fa, l'arrivo a Cocciano.

Domenica 4 novembre, alle ore 11, la messa per i 50 anni di sacerdozio. Una vita che, per don Baldassare Pernice, è una missione di servizio.

petra frascati 1809