I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

La Raggi vuole spostare il terminal bus Tiburtina ad Anagnina. E' polemica

ROMA (attualità) - Ricorso annunciato da Tibus società proprietaria dell'Hub

ilmamilio.it

Un ricorso al Tar contro la delibera del sindaco di Roma, Virginia Raggi, che prevede lo spostamento del terminal bus da Tiburtina al nodo di Anagnina (la cui stazione è quotidianamente movimentata da numerosi cittadini dei Castelli Romani, che si recano a Roma per motivi di studio, piacere e lavoro, ndr): ad annunciarlo il consigliere d'amministrazione di Tibus societa' proprietaria dell'hub, Tullio Tulli, che spiega: “Impugneremo la delibera e lo stesso faranno anche gli operatori del settore, d'accordo con i comitati di quartiere. Inoltre - continua - abbiamo chiesto alle associazioni di categoria di attivarsi con il comune di Roma, con il ministero dei Trasporti ma anche con i presidenti delle Regioni toccate dai vettori perche' si organizzi un incontro e perche' si costituisca un tavolo politico”.

Il terminal bus di Tiburtina, secondo i dati forniti dalla Tibus, vede transinare otto milioni di passeggeri l'anno, 103 vettori, di cui 33 stranieri, 600 autobus giornalieri tra arrivi e partenze. Con la delibera del 17 ottobre scorso, e pubblicazione del 26 ottobre, il Comune di Roma ha approvato la "delocalizzazione dell'Autostazione per i mezzi adibiti alle linee di trasporto pubblico interregionali, nazionali ed internazionali all'interno del nodo Anagnina". Con una spesa prevista di 625mila euro. Secondo l'esecutivo Raggi, infatti, il nodo Anagnina "oltre a scongiurare ripercussioni al servizio pubblico, presenta il vantaggio di decongestionare i notevoli flussi di traffico che interessano la stazione ferroviaria di Roma Tiburtina, attigua all'autostazione sita in Largo Guido Mazzoni, con benefici sull'intero sistema trasportistico romano". Viceversa, la societa' Tibus rileva la “mancanza di intermodalita'” come “uno degli aspetti che rende la zona di Anagnina assolutamente inadatta ad ospitare un terminal”, senza contare, sottolinea Tibus, “l'altra e fondamentale problematica, piu' volte segnalata alle autorita' capitoline, relativa alla sicurezza”. Vedremo adesso cosa dira il Tar.

carne fresca