I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Frascati, torna l'Asd Capocroce: farà calcio per i più piccoli

capocroce campo frascati ilmamilioFRASCATI (calcio) - Un gradito ritorno sulla scena pallonara cittadina. In società Luciano Calicchia, Ernesto Mastrantonio ed altri frascatani doc

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Come anticipato dalla nostra testata nello scorso luglio (LEGGI Il calcio di Frascati parte in salita: folla al "Mamilio-Amadei". E torna l'Asd Capocroce), torna sulla scena frascatana un nome che in ambito sportivo e sociale ha sempre avuto un grande fascino.

Torna a far correre il pallone su un campo di calcio l'Asd Capocroce, denominazione scomparsa un paio di estati fa nel momento della costituzione dell'Asd Frascati di cui la vecchia società, già fusasi con la Gioc, fu fondatrice insieme al Cocciano.

Un ritorno al passato che ha un grande fascino e che riporta sul campetto in sintetico dell'oratorio di Capocroce (LEGGI Frascati e Capocroce, quell'oratorio dimenticato) intitolato a San Pio X, quel pallone che era uscito l'anno scorso per inadempienze della società che lo utilizzava.

Storia vecchia, storia vecchissima.

carne fresca

 

 

 

 

 

 

 

 

Il presente dice di una società, costitutita nelle scorse settimane, che vede al timone tanti volti noti della scena calcistica cittadina. Presidente l'eterno Luciano Calicchia, con lui Ernesto Mastrantonio (già tra i promotori del "miracolo" Asd Frascati Calcio), Pino Stella, Gianni Polli, Alessio Calicchia e Tiziana Mariotti. Uno "zoccolo duro" che ha voglia di riportare il calcio dei piccoli sul campo in un momento oggettivamente complicato per il calcio cittadino che pure di gloria ne ha avuta abbastanza in questi ultimi due decenni.

"Non abbiamo ambizioni particolari - spiega proprio Luciano Calicchia - se non quella di far divertire i bambini. La proposta è rivolta in questo primo anno ai bambini delle classi 2010, 2011, 2012 e 2013. Il nostro impianto di gioco è quello di Capocroce: al momento stiamo ancora raccogliendo le adesioni, abbiamo un tecnico qualificato per questi primi calci. Più avanti, vedremo, come e quando iscriverci a qualche torneo o campionato".

petra frascati 1809

sfaccendati 181015

 

 

 

 

 

 

 

C'è insomma tanta voglia di rimettersi in gioco per riportare il calcio cittadino in quella dimensione sociale che è stata sempre il punto di riferimento e l'ambito ottimale di movimento del Capocroce e della stessa Gioc. Un oratorio che, ormai una ventina di anni fa, fu anche in grado di esprimere - sotto la sapiente ed indimenticata guida di don Vincenzo Palamara - una propria squadra di pallavolo femminile capace di ottenere anche preziosi risultati sportivi a livello regionale.

Non a caso a far parte della nuova esperienza societaria c'è anche don Costantino Salvioni, parroco di Capocroce. Le radici, d'altra parte, sono fondamentali.

Bcc Castelli Romani Tuscolo