I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Lirfl (rugby a 13), stavolta ci siamo: la Nazionale il 25 novembre in amichevole a Spoleto

ROMA - Verso una chiusura dell'anno di livello internazionale

ilmamilio.it - comunicato stampa

Se ne è parlato a lungo, ma stavolta ci siamo davvero. La Lega Italiana Rugby Football League (Lirfl) vuole chiudere il suo 2018 (inteso come anno solare) con un grande evento internazionale e per farlo ha rispolverato l’idea del test match che l’Italia doveva affrontare già qualche tempo fa con il Pakistan.

In precedenza l’amichevole era slittata a causa di motivi burocratici che avevano impedito ai giocatori pakistani di organizzarsi per approdare in Italia, ma stavolta la data è fissata e l’evento si terrà allo stadio “Comunale” di Spoleto nella giornata di domenica 25 novembre.

Tra i principali promotori dell’iniziativa c’è stato Alessandro Ruisi, presidente dello Spoleto di rugby seven e rugby a 15 che con i suoi ragazzi ha già dato un contributo importante sia alla formazione degli Hammers sia alla Nazionale italiana di league.

 

«Tempo fa ho conosciuto il presidente della Lirfl Pierluigi Gentile e abbiamo messo in piedi questa idea, coinvolgendo anche il Comune di Spoleto che ci ha concesso l’impianto principale della città. Stiamo studiando come strutturare il programma della giornata, ma l’idea è quella di coinvolgere quanti più ragazzi possibili delle scuole del territorio e poi gli appassionati della palla ovale che sono in crescita nell’ultimo periodo.

D’altronde per la città di Spoleto è un onore e un’opportunità poter ospitare una rappresentativa azzurra: sarà una grande giornata di festa». Ruisi sta lavorando alacremente per diffondere la passione per il rugby a Spoleto e nei territori circostanti. «Il rugby da queste parti è una “disciplina nuova”, nel senso che qui vanno per la maggiore il volley e il basket, oltre al calcio e al calcio a 5. Ma l’attività fatta con lo Spoleto rugby ha contributo a promuovere una certa cultura del nostro sport e anche la crescita del nostro club ne è una testimonianza concreta. E l’arrivo della Nazionale non potrà che dare un ulteriore input al movimento: sono convinto che nel giorno dell’amichevole ci sarà una bella cornice di pubblico allo stadio».

carne fresca