I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Umberto Ruggeri: arriva da Roma una delle speranze del poker sportivo italiano

ruggeri pokerROMA (attualità) - Il 26enne capitolino ha nel suo palmares successi pesanti. E non vuole fermarsi

ilmamilio.it

primi si diventa

È possibile conquistare nel giro di un anno o poco più tre dei più importanti eventi del poker online nazionale e contemporaneamente portare avanti studi universitari e carriera giornalistica? Si, se ti chiami Umberto “ziofester19” Ruggeri. Classe 1992, il ragazzo romano si è affermato nelle ultime stagioni come uno dei nomi nuovi del Texas Hold'em sportivo italiano. Queste le tappe principali di un'ascesa che non sembra avere battute d'arresto e che ha visto a cavallo tra 2017 e 2018 i momenti più importanti.

Umberto Ruggeri è un ragazzo dai mille interessi. Iscritto all'albo dei giornalisti, elenco pubblicisti, ha una laurea in Economia ed è alla fine del percorso di specializzazione in finanza. Tra le sue passioni ci sono lo sport, tennis e calcio in particolare, la musica e, soprattutto il poker sportivo.

Da sempre amante dei giochi di carte, il romano scopre il poker online raggiunta la maggiore età e inizia subito a farsi notare conquistando un evento ICOOP nel 2011 ed eliminando una leggenda del poker nazionale come il conterraneo Dario Minieri in una tappa Ipt giocata a Nova Gorica.

Da lì, e da una serie di piazzamenti importanti nei domenicali di PokerStars, Ruggeri decide di specializzarsi negli MTT, i tornei multitable online, con struttura Deep, quella che si adatta meglio alle sue strategie di gioco e alla sue caratteristiche tecniche. Nonostante la giovane età, il romano è un giocatore “vecchia scuola”: non ha mai amato aprire molti tavoli in contemporanea e ha sempre preferito concentrarsi sui 3-4 tornei più importanti del palinsesto per studiare meglio le strategie degli avversari e adattarsi al loro gioco.

Una scelta che pagherà nel lungo periodo e che gli permetterà, a luglio del 2017, di laurearsi campione Sunday Special. Una vittoria inseguita da molto tempo e arrivata superando campioni del poker online come  “deny_ermagod” e “zioermejo”, tre volte campione nel Sunday Challenge della Casa della Picca Rossa.

Festeggiato il primo trionfo in carriera con un tuffo in piscina alle 4 di notte, Ruggeri non si è più fermato. A novembre ha conquistato la seconda bandierina nell'Italian Championship of Online Poker, questa volta nell'evento numero 13 – No Limit Hold'em Deepstack Turbo. Un scalata da ricordare per il romano che dopo aver vinto la resistenza di 1.021 giocatori, buona parte dei quali professionisti di lungo corso, non ha lasciato scampo a Gianluca “EscobarGianl” Escobar nel testa a testa finale.

La tripletta di vittorie si è completata a fine marzo 2018. Si giocano le SCOOP, le Spring Championship of Online Poker organizzare da PokerStars e Ruggeri decide di partecipare all'evento 4H 6 – Max. Mai decisione fu più azzeccata. Il campione romano chiuderà da chipleader il primo giorno di torneo e riuscirà a mantenere senza particolari problemi la posizione anche dopo il tavolo finale.

"Il poker per me è una metafora della vita – ha commentato saggiamente Ruggeri durante un'intervista post-vittoria - facendo le scelte giuste quotidianamente e dando tutto per i tuoi obiettivi molto spesso si ottengono i risultati che si meritano". Una dichiarazione che da solo una piccola idea dello spessore e della serietà di un ragazzo che è riuscito a portare avanti negli ultimi anni gli studi e la carriera pokeristica, ricavando da entrambi enormi soddisfazioni.

Nel futuro di “ziofester19” c'è ancora il poker sportivo. La prossima tappa sarà quella di continuare a investire per diventare un professionista a tutti gli effetti e prevede un trasferimento a Malta per confrontarsi con il field internazionale.

Un percorso importante e ragionato che rappresenta il primo passo per inseguire il sogno di una vita: la partecipazione ai tornei più importanti delle WSOP e la vittoria nel Main Event del vero e proprio campionato del mondo di poker sportivo.

Il sogno extra-poker? La vittoria della propria squadra del cuore, la Roma, nella Champions League. Riuscirà prima Ruggeri a conquistare le WSOP o la Roma, attualmente allenata da Di Francesco, l'importantissima Coppa? Comunque vada dalle parti della Capitale ci sarà da divertirsi.