BENVENUTI NEL SITO DOVE SONO CONSERVATI GLI ARTICOLI PUBBLICATI FINO AL 10 LUGLIO 2017

PER GLI ARTICOLI SUCCESSIVI CLICCA QUI >> QUI <<

E-mail e fax: due tecnologie che possono incontrarsi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

FRASCATI (tecnologia) - Le nuove piattaforme consentono di inviare documenti scansionati

ilmamilio.it

Internet, si sa, ha cambiato il mondo. E con esso siamo cambiati anche noi, abituandoci ad innovazioni tecnologiche che hanno preso il posto di concetti diventati ormai arcaici. Chi di voi, ad esempio, è solito inviare la classica lettera cartacea al posto della più semplice e veloce e-mail? Sì, è vero, l’e-mail è più fredda ed impersonale e forse non ha nulla a che vedere con le care, romantiche lettere di un tempo ormai andato. Quello che è certo, però, è che l’e-mail è una invenzione che ha migliorato, in termini di praticità, il nostro quotidiano.

Cos’è l’e-mail?

Era l’ottobre del 1971 quando Ray Tomlinson, laureato del MIT e programmatore, sperimenta l’invio di un messaggio di posta elettronica, sulla base di un programma, da lui elaborato, che doveva servire a mettere in contatto computer che rientravano nell’ARPAnet, la rete antenata di Internet. A Tomlinson va anche attribuita la paternità del simbolo @, la “chiocciola”, che a partire dalla fine degli anni ’80 sarà utilizzata come standard mondiale per identificare gli indirizzi di posta elettronica. Quindi, l’e-mail è un servizio che consente ad ogni utente connesso alla rete da Pc o dispositivi portatili di inviare messaggi dal proprio account, che si crea grazie a uno dei tanti provider di servizi di posta elettronica. Al messaggio possono essere anche aggiunti degli allegati. Ogni utente può avere una o più caselle di posta, accessibili tramite autenticazione. In campo aziendale, ma non solo, c’è stata un’altra invenzione in grado di rivoluzionare il mondo: il fax.

Cos’è il fax?

Il primo fax risale al 1843 quando l’inventore scozzese Alexander Bain ne brevettò uno su un meccanismo elettromagnetico a pendolo. Questa invenzione si è evoluta nel tempo ed a metà degli anni ‘70 del XX secolo si è trovata la soluzione definitiva: unendo una stampante, lo scanner e la tecnologia modem in un unico dispositivo era possibile inviare qualsiasi tipo di documento in qualsiasi parte del mondo. In pratica il telefax legge un foglio di carta, lo trasforma in dati digitali, chiama un numero telefonico e quando un altro telefax risponde invia i propri dati, che il destinatario stampa.

L’incontro tra fax ed e-mail

La quarta rivoluzione industriale ha elevato all’ennesima potenza le capacità di queste innovazioni tecnologiche. Col tempo il concetto di fax, inteso come oggetto fisico da tenere in ufficio, è andato via via scomparendo, lasciando campo libero al fax virtuale. È così che è nata la possibilità di inviare un fax tramite e-mail, grazie a piattaforme come eFax che sfruttano la semplicità e la rapidità tipiche di un servizio digitale, ma con la stessa sicurezza nella trasmissione dei documenti garantita da un fax analogico. L’invio di fax tramite e-mail permette all’utente di utilizzare il proprio servizio di posta elettronica preferito per trasmettere documenti ad un destinatario dotato di un apparecchio fax tradizionale. All’utente basta accedere alla propria casella di posta elettronica, comporre un’e-mail ed allegare il documento che può essere di qualsiasi formato. Il mittente, quindi, indirizza l’e-mail al numero di fax del destinatario seguito dal nome del fax al quale si vuole inviare il documento seguito da @efaxsend.com. Cliccando su “Invia Fax” il gioco è fatto ed una volta recapitato il fax, sull’account eFax sarà subito disponibile, a portata di click.