BENVENUTI NEL SITO DOVE SONO CONSERVATI GLI ARTICOLI PUBBLICATI FINO AL 10 LUGLIO 2017

PER GLI ARTICOLI SUCCESSIVI CLICCA QUI >> QUI <<

Il misterioso manoscritto Voynich: 100 anni di (inutili) supposizioni

Valutazione attuale:  / 0

Da Villa Mondragone a Villa Mondragone. Nel 1912 il mercante polacco acquisto' il libro scritto in un idioma sconosciuto dai gesuiti tuscolani L'11 maggio l'incontro con i più eminenti studiosi del tema. Un evento di primissimo piano

MONTEPORZIO (26/04/12 – ore 22,30) – Cento anni di fitto mistero: da Villa Mondragone a ... Villa Mondragone. Un tema dal forte impatto, una storia nel mistero ed il mistero, ancora fitto nonostante le rivelazioni del carbonio 14, che si fa storia.

Nel 1912 il mercante di origine polacca Wilfrid Voynich acquistò presso il collegio gesuita di Villa Mondragone 30 libri il ricavato della vendita dei quali sarebbe servito al collegio per restaurare la prestigiosa dimora. L’attenzione si spostò subito su questo curioso manoscritto, scritto in un idioma sconosciuto e riportante disegni di piante mai viste.

A 100 anni dall’acquisto del manoscritto da parte di Voynich, quello che è ritenuto a buon diritto il libro più misterioso del mondo torna in primissimo piano nel convegno in programma l’11 maggio proprio a Villa Mondragone, presso la sala degli Svizzeri dove – in un incontro organizzato dall’Unviersità di Tor Vergata e patrocinato dal Comune di Monte Porzio – si ritroveranno i più grandi esperti mondiali del tema.

Attesi gli interventi di alcuni degli studiosi più eminenti che da decenni si occupano del cosiddetto Codice Voynich: dal noto ricercatore René Zandbergen allo storico Rafał Prinke, da Claudio Foti, unico autore italiano di un saggio sull’argomento a Greg Hodgins lo scienziato che ha effettuato il test al carbonio 14 sul manoscritto. Da Nick Pelling, autore di un romanzo a tema a Jorge Stolfi studioso del Voynichese. Da Gordon Rugg teorico dei manoscritti nel medioevo a Klaus Schmeh esperto di testi crittografati. Da Rich SantaColoma studioso delle ottiche applicate al Voynich a Wolfgang Lechner ricercatore dei disegni misteriosi fino a Johannes Albus che ci illustrerà l’ultima pagina del manoscritto.

Presenti anche il professor Franco Giannini, presidente di Villa Mondragone, il preside della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Tor Vergata, prof. Rino Caputo, e alcuni docenti dell’ateneo romano. “Un evento – dice il sindaco Luciano Gori – sottolinea l’importanza culturale che ha esercitato Villa Mondragone nel tempo, siamo grati agli organizzatori che hanno deciso di tornare dopo 100 anni nel luogo in cui questa fantastica storia ha avuto inizio, anche se ormai il manoscritto Voynich è ben custodito presso l’Università di Yale”. “Il fascino – dice il vicesindaco Massimo Pulcini, assessore alla Cultura – che questo manoscritto continua ad esercitare da ben 100 anni è invariato; si è riusciti, tramite il sistema Enigma, a decifrare i codici usati nelle comunicazioni tedesche, ma nessuno ha ancora posto la parola fine alla decodificazione del codice usato nel manoscritto Voynich”.

102 fogli per un totale di 204 pagine a fronte delle 116 che – sembra – costituivano originariamente il libro: tanto è arrivato fino a noi, scritto su pergamena di capretto. Illustrazioni e spiegazioni sostanzialmente indecifrabili. Nel febbraio del 2011 un’analisi compiuta su un piccolo frammento di pergamena con carbonio 14 ha consentito di datare il testo tra il 1404 e il 1438: nessuna analisi è stata però compiuta sull’inchiostro e questo lascia aperto ancora un certo margine di dubbio.

Infinite le interpretazioni per le quale si rimanda alla pagina wikipedia del testo del Voynich. Zero le certezze. Oggi il libro più misterioso del mondo, proiettato in epoca moderna dalla compravendita del 1912, non ha praticamente ancora svelato nessuno dei suoi misteri. Ed il fascino di un testo che rimanda all’alchimia e ai riti esoterici resta intatto.


Condividi



Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna