I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Registra il nostro contatto +39 3319188520 e inviaci le tue segnalazioni e foto su whatsapp
::: ... :::
 

Il Comune di Grottaferrata dal 1° Luglio finisce sotto la sperimentazione del “SIOPE +

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

GROTTAFERRATA (attualità) – E’ il sistema di rilevazione telematica degli incassi e dei pagamenti

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

L’art. 1, comma 533, della legge 11 dicembre 2016, ha previsto l’evoluzione della rilevazione SIOPE (Sistema informativo sulle operazioni degli enti pubblici) in ‘SIOPE+’ al fine di migliorare il monitoraggio dei tempi di pagamento dei debiti commerciali delle amministrazioni pubbliche attraverso l’integrazione delle informazioni rilevate da SIOPE con quelle delle fatture passive registrate dalla Piattaforma elettronica e, in prospettiva, di seguire l’intero ciclo delle entrate e delle spese.

SIOPE+ chiede a tutte le amministrazioni di ordinare incassi e pagamenti al proprio tesoriere o cassiere utilizzando esclusivamente ordinativi informatici emessi secondo lo standard definito dall’AgID; trasmettere gli ordinativi informatici al tesoriere/cassiere solo ed esclusivamente per il tramite dell’infrastruttura, gestita dalla Banca d’Italia.

'SIOPE+' consentirà di acquisire informazioni dagli enti “in automatico”, liberando gli enti dall’obbligo di provvedere alla trasmissione alla Piattaforma elettronica di dati riguardanti il pagamento delle fatture, che costituisce la principale criticità dell’attuale sistema di monitoraggio dei debiti commerciali e dei relativi tempi di pagamento, che richiede la comunicazione, da parte di ciascuna amministrazione pubblica.

Il dispositivo, inoltre, ha un impatto positivo sull’efficienza del sistema dei pagamenti pubblici, in quanto la completa dematerializzazione degli incassi e dei pagamenti migliora la qualità dei servizi di tesoreria, favorisce l’eliminazione di eccessive personalizzazioni nel rapporto ente – tesoriere e renderà meno onerosa per le banche l’erogazione di tali servizi.

La sperimentazione durerà sei mesi e sarà divisa in due fasi. La prima, a partire dal 1° luglio, vedrà coinvolti la Regione Lombardia, la Provincia di Taranto; i Comuni di Canda, Grottaferrata, Mantova, Venezia, e Villasanta. In considerazione dei risultati dei primi mesi, compreso quello di settembre, con decreto del ministero dell'Economia e delle finanze la sperimentazione stessa verrà estesa a ulteriori enti proposti dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome, dell'Upi e dell'Anci, sentite le disponibilità dei Tesorieri e delle Aziende di Software.

T.O.A.

L'advertising si chiudera in 10 secondi |

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna