I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

Registra il nostro contatto +39 3319188520 e inviaci le tue segnalazioni e foto su whatsapp
::: ... :::
 

Quando la fiaba si fa spettacolo 2.0 e il teatro diventa... favola

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ARICCIA (attualità) - In due ville ottocentesche private la straordinaria esperienza a partecipazione aumentata per grandi e piccini: in scena Cenerentola e la "Bella e la bestia"

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Metti una favola, una bella favola, opportunamente riadattata e portata su una scena assolutamente unica. Ambientata nella location naturale di una villa ottocentesca, con personaggi che recitano su un livello... 2.0, interagendo con i bambini che compongono il pubblico ed invitandoli alla partecipazione.

L'idea è vincente: il pubblico applaude e partecipa e questo per un attore è il miglior premio. Il progetto "Teatro da favola", messo in scena dall'omonima compagnia fondata da Pietro Clementi di Albano Laziale, è nato un anno e mezzo fa e già inanella tutti esauriti a ripetione. L'edizione invernale, presso il teatro dell'Angelo a Prati è di forte impatto: molto più, se possibile, quello che accade da qualche settimana in una villa nei pressi del Ponte di Ariccia.

"Il progetto è partito ed è piaciuto subito - racconta proprio Clementi che della compagnia è anche il direttore artistico -: con Cenerentola siamo oltre le 75 repliche e mi sembra che la proposta che abbiamo fatto alle famiglie sia stata ben recepita".

I prossimi appuntamenti disponibili sono quelli dell'1 e 2 luglio, con spettacoli alle 11 ed alle 18 con Cenerentola e quello del fine settimana successivo con "La bella e la bestia", che però presenta il tutto esaurito. Per questo spettacolo le prime date utili sono quelle del 16 e 17 settembre . "Le ville che abbiamo scelto come "palcoscenico" consentono la presenza di un pubblico di massimo 80 persone: dividiamo dunque gli spettatori in 2 gruppi ed alternandoli nelle varie stanze riusciamo a portarli avanti parallelamente".

Il pubblico, soprattutto quello dei bambini, si fa protagonista. "Abbiamo pensato di coinvolgere direttamente i più piccoli, scendendo dal palco e recitando al loro fianco, anzi invitandoli a sbucciare le patate insieme a Cenerentola o a cucire il vestito per il grande ballo", spiega ancora Pietro Clementi.

L'ultimo pizzico di mistero è fornito proprio dalle location. "Si tratta di ville private: per chi si prenota, anche con un semplice messaggio Whatsapp al 345.4846745, verrà comunicato l'indirizzo per seguire lo spettacolo".

E a fine esibizione l'immancabile buffet. Un piccolo particolare che, di certo, non guasta.

 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna