I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi e migliorano la tua esperienza di navigazione. Cliccando sul pulsante Accetto presti il consenso all'uso dei cookie non solo tecnici, ma anche di profilazione e di terze parti. Per maggiori informazioni puoi comunque leggere l'informativa estesa.

::: .... :::

Abusivi Rocca di Papa, il sindaco di nuovo in Procura e il Consiglio "farsa"

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

ROCCA DI PAPA (attualità) - Il primo cittadino sarebbe stato nuovamente convocato a Velletri ancora per parlare di ausibi. Ma di tutto questo l'Amministrazione non parla

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Una convocazione in prima istanza fissata per il 23 marzo ed invece a quanto pare destinata a slittare almeno a venerdì 24. Ma sarà la prossima riunione dei capigruppo a decidere in tal senso.

Intanto sembra che il sindaco di Rocca di Papa sia stato nuovamente convocato in Procura per parlare ancora di abusivismo. Quali che siano stati, probabilmente questa mattina, i contenuti dei colloqui non è ancora dato a sapersi e appare piuttosto difficile che sia lo stesso sindaco a relazionare. D'altra parte fino ad oggi da parte della Amministrazione comunale roccheggiana nulla è stato detto in merito a questi incontri a Velletri dei quali, invece, i commissari straordinari di Frascati e Grottaferrata non hanno avuto grandi problemi a relazionare.

La curiosità è tanta: una volta promesso di trattare del tema dell'abusivismo in Consiglio comunale, con quale argomentazioni e soprattutto con quali azioni la maggioranza si presenterà in Aula?

Perché c'è davvero da chiedersi quali nuove favole l'Amministrazione comunale di Rocca di Papa racconterà per non mettere tutti di fronte alla reale situazione delle cose: ci sono demolizioni da fare, e demolizioni saranno fatte. Nella speranza di riuscire a trovare una reale via d'uscita per le prime case. Ma di promesse inutili e demagogiche, davvero non è più il caso di farne.

Da par suo, la finora impalpabile opposizione consiliare - rappresentata anche da chi, a vario titolo, ha rappresentato le istituzioni negli anni scorsi - dovrebbe iniziare a fare il proprio lavoro. E a chiedere alla maggioranza, sul piano politico, quel rigore e quelle risposte che invece l'atteggiamento così morbido e passivo sembra quasi non volere.

Il rischio vero è quello di un imperdonabile concorso di colpa.

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna