Ricerca nell'archivio:

Pellegri come Amedeo Amadei: debutto in A a 15 anni e 280 giorni. Il record resta buono

23-12-2016

FRASCATI (attualità) - Il giovane attaccante del Genoa ha esordito ieri a Torino: per il Fornaretto un primato condiviso ma tiene e terrà ancora quello di più giovane marcatore di sempre

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Pietro Pellegri come Amedeo Amadei. Sono bastati una manciata di minuti, ieri sera, al possente giovanissimo attaccante del Genoa subentrato al 43' del secondo tempo al posto di Rincon nella sfida sul campo del Torino (1-0 il finale con rete di Belotti) per eguagliare un record che resisteva da quasi 80 anni. I due attaccanti passano dunque agli archivi per aver esordito in A alla verde età di 15 anni e 280 giorni: minuto più di vita, minuto meno.

Genovese doc, Pellegri è alto quasi 190 centimetri ed è già paragonato a Bobo Vieri. Niente male per un ragazzino che spera di ripercorrere la carriera di chi fino ad oggi è stato il debuttante assoluto più giovane.

Per il Genoa, d'altra parte, non è certo una novità quella di lanciare da subito i giovani del proprio vivaio: nel dicembre 2009, tanto per fare un esempio a noi vicino, tal Stephan El Shaarawy - oggi apprezzato attaccante della Roma - venne insignito del premio intitolato proprio ad Amedeo Amadei (all'epoca ancora in vita) - nella sala consiliare del Comune di Frascati per essere stato nella stagione 2008-2009 il debuttante più giovane in A (poco più di 16 anni, LEGGI). Un premio che, evidentemente, ha portato decisamente bene all'attaccante anche della Nazionale azzurra.

AMADEI - Quando nella mattina del 24 novembre 2013, poco più di 3 anni fa, si sparge la notizia che Amedeo Amadei si è spento all'età di 92 anni, la commozione è tanta (LEGGI l'articolo). Il "Fornaretto" si spegne nella sua casa di Grottaferrata e l'onda emotiva della sua morte si tocca con mano il 26 novembre, quando una cattedrale di San Pietro gremita gli dà l'ultimo saluto (LEGGI i funerali).

Nato a Frascati il 26 luglio del 1921, Amadei era passato alla storia non solo per lo scudetto, il primo, conquistato dalla Roma nel campionato 1940-41 segnando 18 gol, ma anche per essere stato qualche anno prima il più giovane debuttante della storia della serie A italiana.

Il 2 maggio del 1937 mister Barbesino decide di buttarlo in campo: il Fornaretto è svelto, veloce, potente ed ha una tecnica invidiabile. Il tecnico lo schiera da titolare (i cambi all'epoca non esistono) con la maglia numero 7: la Roma fa 2-2 con la Fiorentina (reti giallorosse di Tomasi e Di Benedetti) ed il giovane piace. La domenica successiva la Roma va a Lucca e Barbesino schiera ancora l'attaccante frascatano che lo ripaga con l'unica rete romanista della disfatta toscana: finisce 5-1 per i rossoneri ma quel gol fa ancora oggi di Amadei il marcatore più giovane di sempre. Record ovviamente non ancora battuto e che Pellegri, a causa della sosta del campionato, non potrà comunque battere. Caso vuole, però, che domenica 8 gennaio il Genoa al "Ferraris" ospiti proprio la Roma...

La Roma di Barbesino chiude all'11° posto in campionato ma poco conta.

Il resto è storia.

BUFALA PUPITA - In queste ore sta girando, su alcuni siti, la voce secondo la quale il reale titolare del record di più giovane debuttante sarebbe tal Paolo Pupita, nato il 16 settembre 1973 ed in campo fino alla scorsa stagione in Promozione (Rivoltana). Il suo debutto risale al 28 gennaio 1990, nella trasferta di Bologna del Cesena di Claudio Lippi. Per lui pochi minuti in casacca bianconera al posto di Esposito. Ma, se i numeri non mentono, siamo lontano dai debutti record di Amadei e Pellegri.



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2019