Ricerca nell'archivio:

Il Centro democratico punta (anche) Frascati. "Siamo nel centrosinistra e non temiamo neanche i 5 stelle"

20-10-2016

FRASCATI (politica) - Ieri la presentazione del comitato locale alla presenza di Tabacci e Capelli: referenti locali Elisabetta Bernardini e Simona Bruschi

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

Il Centro democratico di Bruno Tabacci lancia la sua sfida su Frascati.

Ieri pomeriggio il fondatore del partito nato nel dicembre 2012, accompagnato per l'occasione dal collega parlamentare Roberto Capelli, ha tenuto formalmente a battesimo il comitato locale, coordinato da Elisabetta Bernardini con la collaborazione di Simona Bruschi.

"La nostra collocazione naturale, come accade in ambito nazionale, è quella del centrosinistra. Sul locale, pur prevedendo una ressa di liste civiche con pochi simboli di partito, sarà quello il nostro posizionamento", ha detto Tabacci. L'onorevole di origine mantovana non ha negato la rilevanza anche politica del prossimo referendum del 4 dicembre. "Vedremo cosa accadrà e come si comporterà anche il Capo dello Stato in esito al voto. E' evidente che in ogni caso il risultato è destinato a mutare l'equilibrio di forze in ambito nazionale e dunque, a ricaduta, anche sulla platea locale. Il taglio politico della consultazione è importante e va molto oltre il merito del quesito".

"Facce nuove e grande attenzione ai cittadini", ha detto Elisabetta Bernardini presentando la rotta che il Centro democratico intende seguire anche a Frascati. "In questi mesi valuteremo con attenzione come muoverci, organizzando comunque iniziative e prestando ascolto alla gente. Frascati esce da un'esperienza comunque difficile e vogliamo rappresentare quell'istanza di rinnovamento che appare indispensabile".

Il partito di Tabacci si dice inoltre pronto ad impegnarsi in tutti i Comuni chiamati al voto nel 2017.

"Noi ripartiamo dalle donne - ha aggiunto poi l'onorevole Capelli, tesoriere nazionale del partito - e non abbiamo paura del confronto. Tantomeno di quello coi 5 stelle: anzi, dobbiamo essere bravi a portare il Movimento sul piano dei contenuti. Basta con lo scontro e con le contrapposizioni violente, basta denigrazione dell'avversario. Non ci interessa. Noi siamo orgogliosi di essere un partito e vogliamo proprio dimostrare che c'è parecchio di buono nella politica "tradizionale", quella che però ha un po' perso di vista il dialogo col territorio. Se quelli del Movimento scendono dalle... stelle e vengono sul territorio devono accettare un confronto che può anche diventare collaborazione".

"Il Movimento 5 stelle - ha chiosato Tabacci - è un dazio che gli italiani devono pagare".



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2020