Ricerca nell'archivio:

Ciampino, il Consiglio comunale finisce con parolacce ed aggressioni

19-10-2016

CIAMPINO (attualità) - La dura condanna da parte della maggioranza: sul tavolo i lavori in corso all'aeroporto prima che un gruppo di giovani irrompesse nel dibattito in maniera violenta costringendo le forze dell'ordine all'intervento

ilmamilio.it - comunicato stampa

Dalla maggioranza consiliare di Ciampino riceviamo e pubblichiamo.

"Tensioni nel Consiglio Comunale di ieri durante la discussione di un ordine del giorno urgente presentato dal M5S e riguardante i rumori derivanti dai lavori straordinari all’interno dell’area aeroportuale.

Ad accendere gli animi la modifica dell’ordine del giorno proposta dal consigliere Abbondati ed accolta dal movimento 5 stelle che non ha trovato l’approvazione né del consigliere Mauro Testa, che ne ha preso prontamente le distanze pur avendo firmato l’ordine del giorno, e né dei consiglieri di maggioranza.

Una chiara strumentalizzazione politica che non aveva nulla a che vedere con il testo originario e che ha portato alla non approvazione dell’ordine del giorno da parte del consiglio comunale con il voto di astensione anche dei consiglieri Testa e De Pace.

Nonostante le dichiarazioni del Sindaco, che si è comunque pubblicamente impegnato a mettere in atto quanto richiesto nell’ordine del giorno al fine di tutelare i cittadini nel richiedere ad A.d.R. ed alla ditta appaltante dei lavori il rispetto delle norme ambientali, il clima già acceso ha fatto esplodere una incresciosa e violenta reazione da parte di un gruppo di giovani presenti tra il pubblico.

Tra urla e parolacce, il contesto già esacerbato è totalmente degenerato tanto da far intervenire le forze dell’ordine.

L’irruzione nella sala con metodi violenti e intimidatori è un fatto grave e inaccettabile e un Consiglio Comunale preso in ostaggio da alcuni facinorosi, frutto di posizioni politiche che hanno soffiato sul fuoco, è assolutamente inammissibile!

Niente giustifica i comportamenti violenti e chi li asseconda si prende una gravissima responsabilità.

Chi è entrato oggi in Consiglio Comunale, tentando di interrompere la discussione, aggredendo Sindaco, Assessori e consiglieri è responsabile di una ferita vergognosa.

Il confronto, il dibattito ed il voto sono il solo sasso della democrazia. Il resto è illegalità, violenza e storia già vissuta in Italia.

I luoghi e i rappresentanti democraticamente eletti devono essere rispettati e devono poter esprimere liberamente il proprio mandato.

Atti di contestazione che arrivano fino al limite dello scontro, che impediscono il regolare svolgimento di una seduta del Consiglio comunale e costringono le forze dell'ordine ad intervenire, sono un segnale preoccupante di come stia degenerando la normale dialettica tra i corpi sociali, le rappresentanze e le istituzioni in questo Paese.

Episodi di questo genere non possono essere tollerati e permessi e la condanna deve essere unanime, non esistendo giustificazione alcuna nei confronti di chi si è reso protagonista di questo episodio.

Esprimiamo, pertanto, il nostro sdegno e la nostra più ferma e assoluta condanna per un gesto che niente ha a che fare con la democrazia e il senso di civiltà che deve stare alla base di ogni vertenza, anche la più dura. Partito Democratico, Lista civica La città che vorrei,  Lista civica Ciampino guarda avanti



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2019