Frascati: il cachet del capo gabinetto è salvo. Ma salta la nuova segretaria

Valutazione attuale:  / 0

FRASCATI - Consiglieri di maggioranza e sindaco Spalletta mediano sui 4 emendamenti "Robin Hood". Il taglio dello stipendio di Giampiero Pisciolini è solo del 10%, come per gli altri. Il sindaco rinuncia però all'arrivo di una nuova figura

ilmamilio.it - contenuto esclusivo

La mediazione c'è stata ed alla fine a sorridere è solo il capo di gabinetto che, tutto sommato, era colui che ci avrebbe rimesso di tasca propria molto più degli altri.

Uno dei quattro emendamenti "Robin Hood" (LEGGI l'articolo), quello che rigarda il compenso di Giampiero Pisciolini, è stato in mattinata oggetto di una modifica che, come detto, ha abbassato il taglio dal 50% al 10%, equiparandolo a quello dei dirigenti, del sindaco, degli assessori e dei consiglieri.

LA MEDIAZIONE - Per ottenere un sostanzioso scudo al cachet del suo braccio destro, il sindaco Spalletta ha dovuto mettere altro ovviamente sul piatto della bilancia in fatto di... Bilancio. Proprio il senso stesso di "emendamenti Robin Hood" ha imposto un accordo tra gentiluomini: il primo cittadino ha ottenuto la sostanziale conferma del suo capo di gabinetto a fronte della rinuncia all'asarrivo di una nuova figura (da Roma Capitale) all'interno della propria segreteria. In fatto di risparmio in senso ampio i conti sostanzialmente tornano: il taglio orizzontale per le figure indicate in precedenza, unito al mancato arrivo della nuova figura (particolare questo che era stato adeguatamente omesso nei giorni precedenti), permette un risparmio annuale di 110mila euro annui.

Solo che i cittadini percepiranno il risparmio per soli 70mila euro dal momento che della nuova segretaria non s'era mai ufficialmente parlato fino ad oggi. I restanti 40mila euro legati alla figura professionale che per il momento non arriva costituiscono solo una mancata nuova spesa. E non è lo stesso.

I soldi risparmiati andranno comunque per il 50% sul capitolo delle manutenzioni, il resto su cultura, turismo ed agricoltura.

Tutti d'amore, tutti d'accordo. Spalletta ingoia il rospo, salva il suo capo di gabinetto (ma non finirà qui) ma rinuncia alla nuova segretaria: i consiglieri di maggioranza ottengono il taglio richiesto e soprattutto la rinuncia all'arrivo di una nuova persona. Il Consiglio ne esce a testa sufficientemente alta soprattutto di fronte ai cittadini che comunque non possono non gradire la riduzione degli stipendi. E per quanto del 10% si tratta comunque di soldi in meno soprattutto per i cinque dirigenti dell'Ente.

Emendamenti e Bilancio saranno votati solo nel pomeriggio dopo l'esposizione ed i vari passaggi tecnici che attendono l'Assise in quella che dai metereologi è descritta come la mattina più calda della storia. Una mattinata nella quale qualcuno ha sudato più degli altri.

Commenti   

 
#2 angelo cristofanelli 2015-07-21 23:24
Un bel bicchiere di ACQUA FRIZZANTE alla FONTANA LEGGERA e il rospo andrà giù !
Citazione
 
 
#1 Giovanni 2015-07-21 13:22
Gentile Direttore,
che dire in merito a quanto sopra riportato? Personalmente mi sento preso in giro e penso che chi fa il gioco delle tre carte abbia una coscienza migliore dei nostri rappresentanti. E' possibile però che tutto questo non faccia indignare nessuno? Il risparmio determinato dall'assenza di nuove spese? (a questo punto devo essere solidale con la segretaria che non arriva, perchè lei sarebbe stata distaccata come dipendente pubblico mentre il cdg è una figura ibrida ed unica, super pagata nel contesto della PA ).
Complimenti per la chiarezza dell'articolo.
Saluti,
Citazione
 

Aggiungi commento

ilmamilio.it non si assume alcuna responsabilità sulla veridicità dei dati rilasciati dagli autori dei commenti nonchè delle informazioni riportate negli stessi.

Inoltre non sono ammessi insulti e volgarità per questo i commenti sono vagliati dalla Redazione


Codice di sicurezza
Aggiorna