Ricerca nell'archivio:

Ciampino, campo rom: i cittadini sono stanchi e pensano di organizzarsi. Sisti: "Temo contestazioni incontrollabili"

04-09-2013

CIAMPINO - Il crescente aumento di furti e i problemi sanitari per gli incendi preoccupano sempre di più. L'assessore crive al prefetto: "C'è un oggettivo problema, sono preoccupata". Il tam-tam parte ancora una volta dalla rete: il problema è soprattutto sociale ed ora urge un intervento forte delle istituzioni

Il tam-tam, ancora una volta, arriva dalla rete. I cittadini di Ciampino sono stanchi di tutto ciò che oggi, ancor più di ieri, significa "campo nomadi della Barbuta". Gli ultimi eventi (soprattutto gli incendi) e un oggettivo aumento dei furti in città - purtroppo confermato anche dal comandante della polizia locale qualche giorno fa (LEGGI l'articolo) - stanno esasperando una popolazione che da anni si trova costretta a far fronte - suo malgrado - ad una emergenza sanitaria e sicurezza evidente.

Poche settimane fa l'assessore alla Salute pubblica, Gabriella Sisti ha inviato un telegramma al prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro per segnalare proprio i problemi sanitari derivanti ai numerosi incendi che - tradizionalmente - caratterizzano il campo nomadi. "Esprimo preoccupazione per il crescente stato di agitazione della cittadinanza che potrebbe degenerare in episodi di forte e incontrollabile contestazione popolare", scrive l'assessore. Una denuncia diretta di uno stato di cose che a Ciampino non si intende più tollerare.

Dopo il lungo e purtroppo inconcludente tira e molla col Campidoglio per osteggiare l'ampliamento del campo voluto dall'ex sindaco Gianni Alemanno, da mesi il Comune di Ciampino non si esprime in merito ad una situazione che impatta fortemente sulla propria cittadinanza.

Il tam-tam che arriva dalla rete riguarda i numerosi furti che continuano a verificarsi sia negli esercizi commerciali che nelle abitazioni private: non siamo ancora ad una chiamata alla "rivolta" contro i nomadi ma la sensazione è che più di qualche cittadino sia pronto ad "organizzarsi" per fronteggiare quello che inizia ad essere un problema sociale vero e proprio. E per il quale è richiesto il pugno duro delle istituzioni. Quelle stesse istituzioni che, a vari livelli, hanno comunque lasciato che ai margini di Ciampino si concentrasse un'emergenza sanitaria, sociale, legale ed umana della quale si conoscevano benissimo i contorni.



Il Mamilio || Proprietario ed Editore: Associazione Territorio || Direttore Responsabile: Marco Caroni || Redazione: Via Enrico Fermi 15, 00044 - Frascati (Rm) - tel. 331.91 88 520 Quotidiano Telematico di informazione www.ilmamilio.it || Non si riconosce alcun compenso o attestazione per articoli e foto pubblicate anche se firmate, salvo differenti accordi scritti particolari Registrato al Tribunale di Velletri n. 14/10 del 21/09/2010 - Copyright © 2020